Coldplay – Bologna (15/11/2005)

coldplay x&y cover

Ieri c’è stato il concerto dei coldplay qui a Bologna e non potevo assolutamente mancare avendo acquistato i biglietti più di due mesi fa.
Dopo una giornata assolutamente choccante per lo stress che ho dovuto gestire, finalmente riesco a giungere a Casalecchio insieme a due amiche (non potete capire che caos ci fosse – compreso il disperato che camminava sotto la pioggia con un cartello con su scritto "compro biglietti", senza dimenticare la gente proveniente da Firenze, dalla Croazia e dalla quantità di madrelingua inglese prensenti al palasport).

Per mesi amici comuni mi avevano predicato che sarebbe stato fantastico, che loro sono incredibili dal vivo e che trasmettono un’energia fortissima, come pochi altri gruppi sono in grado di fare. Ed in effetti non posso che confermare tutto … Purtroppo la visuale era abbastanza scadente, un pò perchè siamo arrivati un tantino tardi causa i miei impegni lavorativi, ed un pò perchè in prossimità del palco c’era davvero tanta gente!!

Luci perfettamente allineate allo stile della musica Coldplay, luci viola soffuse, luci bianche proiettate su tutto il palazetto – molto ambient – i loro testi, nella calligrafia originale di Chris Martin proiettati sul mega schermo sistemato dietro il palco …

Il concerto si apre con il gruppo spalla, i Goldfrapp, tornati alla ribalta con l’utlimo album Supernature [da cui è stato tratto il singolo OOh la la], poi, puntualissimi, entrano tutti i membri dei coldplay e, a chiudere, Chris Martin. Contemporaneamente al loro ingresso, viene proiettato sul megaschermo un cronometro su sfondo bianco il cui effetto ben si addice alla canzone di apertura … E’ un susseguirsi di sensazioni particolari, luci, emozioni fortissime, che mi portano a restare a bocca aperta sulle note di vecchi successi come "In my Place" …  Chris è davvero tanto carismatico, voce fantastica dal vivo, personaggio particolarissimo e anche molto simpatico, un paio di improvvisazioni, una dimenticanza sul testo di una canzone che lo porta a ridere e chiedere scusa a noi del pubblico,  un’altra quando sbaglia attacco della canzone, e poi scompare .. per riapparire sulle gradinate cantando tra la gente – davvero un’ora e mezza fantastica – un DELIRIO!!

Forse l’unica nota stonata di tutto ciò è stata proprio il ridottissimo tempo dedicatoci dai 4 componenti inglesi di questo fantastico gruppo.
Piccola nota a margine – acquisto del poster dei coldplay: alla fine del concerto, prima di uscire inquadriamo uno scalmanato che vendeva poster a 5 euro … chiaramente la mia coinquilina ed amica virgolettata non poteva esimersi dall’ordinarmi di effettuare quest’acquisto .. dopo una ressa allucinante, finalmente lo scoppiato che vendeva questi posters prende i miei 5 euro, mi ritorna i soldi, mi da 10 euro, mi guarda, gli dico "hey man, just one " e mi da un poster. Morale della favola, i coldplay non solo mi hanno regalato il poster ma anche la maglietta all’uscita del concerto – e mi sembra anche giusto visto che avevo speso 35 euro di biglietto 😀

Related Posts:

  • Nessun post correlato