Il ritorno …

Anche l’estate 2006 è finita … Un altro mese da dimenticare, un altro mese da cancellare …
Per tutta una serie di eventi è saltato il viaggio in Grecia …
Per tutta una serie di eventi l’after di Locri è stato un disastro …

Ho rivalutato tanto invece il villaggio Seleno (Isola Capo Rizzuto – KR), posto strapieno di ricordi, ma anche di persone che davvero hanno dimostrato di essermi amiche, di sapermi stare vicino. Non dimenticherò mai i giorni post Locri, è solo grazie a Marco se sono riuscito ad uscire (probabilmente non per sempre) senza troppe pene dal tunnel emotivo nel quale mi stavo solo facendo del male.

Per l’ennesima volta nella mia vita torno da un Agosto dovendo ripartire da 0. Forte di due persone alle quali mi sono avvicinato moltissimo (la mia vera ed unica famiglia a Bologna), ma debole per aver perso tutta la comitiva degli ultmi 2 anni – stanco oramai di essere attorniato da gente non in grado di assumersi le sue responsabilità …

Si ricomincia!!!

Related Posts:

  • Nessun post correlato

La sottile linea rossa

E’ sottile! E’ molto molto sottile la linea che divide il sentimento vero, forte ed intenso dall’ossessione.

E’ incredibile come, ascoltando Angie dei Rolling Stones, senta così forte la sua mancanza.

Angie, Angie, when will those clouds all disappear?
Angie, Angie, where will it lead us from here?
With no loving in our souls and no money in our coats
You can’t say we’re satisfied
But Angie, Angie, you can’t say we never tried
Angie, you’re beautiful, but ain’t it time we said good-bye?
Angie, I still love you, remember all those nights we cried?
All the dreams we held so close seemed to all go up in smoke
Let me whisper in your ear:
Angie, Angie, where will it lead us from here?

E’ una sensazione strana, non è una mancanza fisica, è prorio un qualcosa che va oltre – è un qualcosa di metafisico. Eppure non vorrei stesse diventando ossessione. Come scoprirlo forse è impossibile. Ci sono delle cose dentro di noi che sono forse "assolutamente" inspiegabili e non dovremmo porci domande. Ci sono delle situazioni che semplicemente non hanno spiegazione. E’ che risulta maledettamente difficile agire nella maniera che risulti più corretta per uscirne. E’ che la nostra mente emozionale è troppo più forte della nostra mente razionale. O, quantomeno, in me è così. La testa non riesce a contrastare ciò che dice e sente il cuore. Nonostante la delusione, nonostante il comportamento tenuto, nonostante tu sia sparita e non ho idea di dove tu sia o con chi tu stia, nonostante tutto ciò sento che mi manca la scorsa estate quando eri qui con me, in quella che una volta sentivo come casa mia, soli, a godercela e tutto era perfetto. O forse sembrava perfetto …

Related Posts:

Ipod Nano

ipod nano

Alla fine ci son ricascato … Sono stato quasi costretto a ricomprare un ipod – come fosse una droga … La qualità del suono, il suo design, tutto assolutamente impareggiabile se confrontato con gli altri lettori in commercio (ed ahimè è così anche per quanto rigarda il prezzo).

Non volendo assolutamente ripetere la precedente esperienza con l’ipod, ho acquistato la versione nano che, al contrario del mio vecchio ipod, non monta i micro hard disk della toshiba ma memorie flash.

L’ipod nano è sicuramente molto più piccolo e forse più fragile dell’ipod normale, ma allo stesso tempo è anche molto più chiccoso, il design è molto più curato e la versione nera è davvero stupenda a vedersi. A primo acchitto sembra un attimo più complicata da usare la gheria centrale …

Ma l’audio, l’audio!! una pulizia del suono fantastica … non ne potevo più fare a meno

Related Posts:

  • Nessun post correlato

Elton John – Your song

It’s a little bit funny this feeling inside
I’m not one of those who can easily hide
I don’t have much money but boy if I did
I’d buy a big house where we both could live

If I was a sculptor, but then again, no
Or a man who makes potions in a travelling show
I know it’s not much but it’s the best I can do
My gift is my song and this one’s for you

And you can tell everybody this is your song
It may be quite simple but now that it’s done
I hope you don’t mind
I hope you don’t mind that I put down in words
How wonderful life is while you’re in the world

I sat on the roof and kicked off the moss
Well a few of the verses well they’ve got me quite cross
But the sun’s been quite kind while I wrote this song
It’s for people like you that keep it turned on

So excuse me forgetting but these things I do
You see I’ve forgotten if they’re green or they’re blue
Anyway the thing is what I really mean
Yours are the sweetest eyes I’ve ever seen

Related Posts: