La privacy: questa sconosciuta!

CAPO I
PRINCIPI GENERALI

Art. 1.
(Finalita’ e definizioni).

1. La presente legge garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti, delle liberta’ fondamentali, nonche’ della dignita’ delle persone fisiche, con particolare riferimento alla riservatezza e all’identita’ personale; garantisce altresi’ i diritti delle persone giuridiche e di ogni altro ente o associazione.

CAPO III
TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Sezione II
Diritti dell’interessato del trattamento dei dati

Art. 11.
(Consenso).

1. Il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici e’ ammesso solo con il consenso espresso dell’interessato.

2. Il consenso puo’ riguardare l’intero trattamento ovvero una o piu’ operazioni dello stesso.

3. Il consenso e’ validamente prestato solo se e’ espresso liberamente e in forma specifica e documentata per iscritto, e se sono state rese all’interessato le informazioni di cui all’articolo 10.

In questo paese la privacy è una chimera! E’ assodato che la povera gente, come il sottoscritto, o come un qualsiasi altro mortale, non ha diritto ad avere una propria privacy, perchè i propri fatti privati, le proprie storie personali vengono diffuse senza alcun tipo di problema da parte di chi ha un potere sconfinato.

In questo paese la privacy esiste solo per chi ha come unico fine quello di schiacciare dei tasti in parlamento, e ce la passano come "immunità parlamentare". Le iene hanno scoperto che un terzo di 50 deputati, attualmente rappresentanti a tutti gli effetti di una parte cospicua di popolazione, fanno uso di sostanze stupefacenti. Risultato? Non si può sapere chi siano, a nessun giudice passa per la testa di richiedere il video (quando invece non ci hanno pensato due volte a chiedere il video di un’inchiesta simile, condotta tempo fa in discoteca).

Ma la cosa ancor più grave è che quando qualcuno, illuminato da chissà chi, propone un test anti-droga per tutti i parlamentari (la cui attendibilità sarebbe tutta da constatare: visto il potere di queste persone, ce li vedete voi i poveretti che devono condurre le analisi che si accollino l’affermare che un deputato X è positivo ad una certa sostanza?!) … dicevo del test anti-droga, che ha sollevato un polverone inaudito … Da che mondo è mondo, ciò succede solo perchè la gente ha la coda di paglia … E allora continuiamo a votare gente che, con un’ipocrisia choccante, vota leggi durissime e repressive verso chi fa uso di droga, e poi torna a casa e si fa bellamente la sua striscia, o il suo bel cannone.

Evviva la democrazia.

Evviva la libertà!

Related Posts: