Joost (ex The Venice Project)

Avevo già parlato in passato di The Venice Project, avverinistica applicazione creata da due guru del P2P.
Come mi fa giustamente notare Vito, ieri finalmente c’è stato un cambiamento nel nome che, adesso, è The Joost.

Ne approfitto anche per trarre qualche considerazione leggendo il blog messo a disposizione sul sito ufficiale:

    a)

[cut] … The software downloads about 320MB per hour (as a maximum) and uploads up to 105 MB per hour … [cut] … But to provide some degree of comparison: a digital television feed from a satellite uses something between 14 and 70GB per hour; compressed digital television works out at between 900MB and 3GB an hour viewed, and DVD is of the same order. A TV episode downloaded through a file-sharing network will usually set you back about 350MB for a 45 minute episode in reasonable full screen quality. Video pay-per-view downloads will usually set you back around 400 MB/hour for television quality full-screen to 3GB/hour for high definition movie trailers. [cut]

(via Joost Blog)

    b) E’ vero, come viene detto nel blog, siamo ancora in beta, però oggi guardando un pò di TV tramite Joost ho notato che su fastweb, dove teoricamente dovrei avere a disposizione molta più banda di una connessione alice adsl 2mbit, avevo degli scatti che rallentavano abbastanza noiosamente la visione.

    c) il sito potevano comunque realizzarlo meglio, mi pare abbastanza "pacchiano" se confrontato agli standard del web2.0 o dei siti maggiormente cliccati ad oggi. In particolare mi pare davvero poco intuitivo porre la barra del login in alto: l’utente è troppo attirato dal centro dello schermo dove viene visualizzata una sintesi delle informazioni riguardanti Joost con uno dei colori abbastanza sfarzoso.

Related Posts:

  • Nessun post correlato