Lettera a Sky

Leggo e riporto:

Spett.le Redazione Sportiva di Sky,
Alla c.a. del Sig. José Altafini

Mi  presento subito, sono Gigi Miseferi, l’attore della Compagnia del Bagaglino di Roma con la quale ho appena terminato la trasmissione televisiva del sabato sera su Canale 5 “E io pago!”.

La mia premessa non ha uno scopo narcisistico ma il nocciolo della questione che mi permetto di sottoporre alla Vostra cortese attenzione è contenuto proprio nel titolo della trasmissione di cui sopra “E io pago!”, proprio così pago l’abbonamento a Sky, anzi due abbonamenti!!!

Sono un portatore sano di “Calciofilia” al punto da conoscere a memoria numerose formazioni di svariate squadre da quelle di club alle nazionali fino a quella del Camerun di Spagna ’82  (a prova di Almanacco), insomma amo il Calcio.
Ma ho un grave “difetto”, sono tifosissimo della Reggina e proprio per questo oggi dopo il pareggio della mia squadra per 2-2 a Parma sono arrabbiatissimo poiché  sono sempre stato contro la teoria del complotto ma davanti all’ennesima rapina non riesco a pensare ad altro! Il problema è che probabilmente abbiamo sorpreso “qualcuno” con il nostro rendimento e quel “qualcuno” pensava che la penalizzazione ci avrebbe affossati sin dall’inizio ed invece siamo ancora in corsa per non scivolare in B e allora cosa fa quel “qualcuno”? Ci taglia le gomme per non farci correre, ci stacca la spina per non farci splendere e ogni settimana, sempre quel “qualcuno” ci manda un sicario non un arbitro e così dai e dai ci spinge sempre più nei bassifondi della classifica ed infatti eccoci qua ad assistere passivamente all’ennesima ingiustizia, a mandare giù un altro boccone amaro! Ma se oggi a questo si somma il commento “contro” da parte del sig. Altafini che stimo e seguo in qualità di commentatore sin dagli albori della Pay TV nel nostro Bel Paese, che nella parte finale della gara non aspettava altro che il pareggio non capisco per quale strano meccanismo di Par condicio visto che non ci si è soffermati più di qualche fotogramma sul gol con il  pugno di Budan che considero un gesto antisportivo ancor di più se avviene a pochi giorni dalla passerella di calciatori e dirigenti che recitavano i buoni propositi di cambiare “questo mondo” dopo la tragedia di Catania e ciò oggi nessuno l’ha commentato durante la telecronaca.
E allora per me tifoso Reggino, il danno subito si trasforma in beffa e ciò non lo posso accettare poiché fino a prova contraria eguale valore hanno gli Euro spesi per il canone mensile di Sky dagli abbonati Ducali e quelli spesi dagli abbonati dello Stretto sponda Reggio Calabria.
Vi dimostro la stima e l’ammirazione che nutro nei confronti del sig. Altafini perché conservo i suoi commenti come fossero “Vangelo” ed infatti ricordo che la sua “Parola” durante un incontro, commentando un palo colpito da un attaccante, recitava così: “Non chiamiamola sfortuna perché nel calcio la sfortuna non esiste si tratta solo di precisione”. Totalmente d’accordo con Lui.
Però nel corso del match odierno il mitico Altafini commentando un colpo di testa dell’attaccante del Parma che solo davanti alla porta della mia squadra sparava alto, domandava: Che Santi deve avere la Reggina per non subire un gol così?”
Quindi Le chiedo Magico José, cosa le ha fatto cambiare idea visto che fino ad ieri per Lei il calcio doveva sottomettersi anch’esso alle “leggi della fisica” ed invece, oggi, improvvisamente, sempre secondo Lei  è gestito da una “lobby” di Santi che proteggono questo o quel club?  Ma alla domanda mi permetto di aggiungere una considerazione: Purtroppo credo che i Santi da Lei citati non tuteleranno la mia Reggina da quel “qualcuno” che ha già deciso in agosto di penalizzarci, facendo finalmente luce sul marcio nel mondo del pallone e scoprendo così che è la Reggina il male del calcio con tutti i suoi scudetti ed i  trofei “rubati” in Italia e in giro per l’Europa e che adesso deve restituire alla comunità pallonara con gli interessi!
E allora egregio sig. Altafini visto che contribuiamo anche noi di Reggio Calabria a nutrire il Suo conto in banca La invito ad essere più coerente negli interventi perché si ricordi che non solo “la legge è uguale per tutti” ma anche il canone mensile di Sky! “E io pago!”.

Con stima
Gigi Miseferi

(via strill.it)

Related Posts: