Prodi: ma ci prendi per il culo?

Altra bella parata del nostro amato presidente del consiglio. Pare che domani uscirà in Germania una sua recente intervista (15 Novembre), durante la quale il presidentissimo avrebbe affermato:

Il problema e’ comunque che essa e’ composta da famiglie chiuse, in cui lo Stato difficilmente riesce a penetrare”. Prodi ha quindi ricordato gli omicidi dello scorso agosto a Duisburg, in Germania, sottolineando che ”mostrano quanto si sia espansa la ‘ndrangheta”. La ‘ndrangheta ”ha radici in Calabria, ma i suoi rami raggiungono molti Paesi – ha sottolineato – Speriamo che i cittadini della Calabria si ribellino nello stesso modo contro la criminalita’ organizzata come hanno iniziato a farlo i siciliani. Lo Stato, infatti, vince se reagisce anche la societa’. La mafia si rinnova sempre se non ne viene estinta la cultura

(via strill.it)

No dico, ma ci sei o ci fai?
A Polsi i capi famiglia organizzano un summit per trovare la pace, e voi non lo sapete? Ma se lo sapeva anche l’arcivescovo di Locri *, di cui si è tanto parlato recentemente ..

La gente ci prova caro Prodi, ma voi, concretamente, cosa fate per poi difenderci? Cosa dovremmo fare contro un esercito che ci opprime?
Dalle mie parti c’è un detto molto crudo, ma molto vero: " ‘a medghiu parola esti chidda ca nun nesci" (traduzione: è meglio stare zitti), forse, caro presidente, lei ha perso un’altra occasione per tacere …

*: per amore della verità, c’è da dire che sono arrivate da più parti smentite, oltre che dallo stesso arcivescovo, riguardo ad un suo coinvolgimento nel summit di Polsi.

Related Posts: