Trasferta a Cagliari: cirillo contro i tifosi

Ho appena ricevuto una telefonata da amici che si sono recati a cagliari in trasferta (dovevo andare anche io, ma problemi sul lavoro mi hanno impedito di esserci).

E’ stato appeso uno striscione sotto l’albergo che ospita la Reggina, con scritto:

Tre vittorie non cancellano un’indegna stagione, lillo adesso pulizia e programmazione

pare sia uscito Bruno Cirillo inveendo contro i miei amici al grido di “Imbecilli, andate a lavorare”.

Premettendo che questi miei amici lavorano e per poter essere a cagliari si son presi un giorno di permesso (lunedì), mi sembra VERGOGNOSO un atteggiamento del genere. Abbiamo sofferto un anno intero con prestazioni scandalose: 11 capre che trotterellavano in mezzo al campo. Eppure noi, con i NOSTRI soldi siamo andati ovunque, da Bergamo a Catania, passando per Roma, Milano, Livorno, Empoli, Siena, Livorno (di MERCOLEDI’ sera). Ci vorrebbe un pò più di rispetto da parte dei calciatori. Gente che prende fior fior di quattrini alla faccia nostra che viviamo con 800/1000 euro al mese.

Il calcio di una volta non esiste più, si sapeva. Questa, è stata solo l’ulteriore conferma

Related Posts:

  • Nessun post correlato