Google Friend in Google Reader: prosegue il google-centrismo

Come tutti i giorni, anche oggi ho effettuato il mio solito collegamento a Google Reader dove, però, mi aspettava una sorpresa [ancora non so se gradita o meno].

Google Reader mi avvisa che posso inserire tutti i post dei blogs in condivisione con i miei amici Google Friend ed, eventualmente, aggiungervi anche una nota con Google Notebook.

Si nota a vista d’occhio che la rincorsa verso un servizio Google-centrico sta raggiungendo livelli degni di essere sottolieati. Ognuno dei servizi di Google, sebbene per la maggior parte ancora in beta, ha oramai raggiunto un livello di funzionalità tale da non farci nemmeno pensare di cambiare software. Questo, di pari passo con una semplicità grafica che rende banale navigare e consultare i contenuti, porterà sicuramente google a mangiare le restanti fette di mercato agli altri competitor.

La nota negativa di tutto questo scenario globalizzato e google-centrico è che non esiste praticamente più il concetto di “privacy”. Sì, è vero, qualcuno potrebbe contestare che il condividere informazioni in rete è ancora un’operazione soggetta al nostro libero arbitrio. Tuttavia, io stesso, che tollero poco questa forma di globalizzazione delle notizie (soprattutto se personali), mi ritrovo a dire e parlare di me in rete senza nemmeno rendermene troppo conto (e questo succede sia su Linkedin che su Facebook).

Una volta si diceva che il sole girava intorno alla terra; successivamente si scoprì che era in realtà la terra a girare intorno al sole. Mi chiedo quanto ci vorrà per capire che la terra, il sole, l’uomo e qualsiasi altra forma senziente o meno, gira intorno a Google.

Related Posts: