Reggina – Inter: unica tappa nello stretto

Questo il claim comparso nei giorni scorsi sul sito web della reggina calcio 1986 spa (!!!).

Non credo ci sia altro da commentare – viva il calcio moderno.

ps: sabato la reggina giocherà in trasferta e si dice che il sig. foti sia già pronto con il pallottoliere
ps2: E’ di oggi la conferma di Orlandi come allenatore, sebbene la piazza in questo momento avesse preferito un gesto forte – posto che tutti si rendono conto che il 101% delle colpe attuali è da imputare allo stesso sig. Lillo Foti.

Related Posts:

Sulla riforma della scuola e relative manifestazioni / occupazioni (5): sulla finanziaria

Ieri sera discutevo con una cara amica che studia alla Sapienza su ciò che sta avvenendo nel mondo della scuola ed universitario. Mi ha perplesso come si possano travisare le informazioni e ciò che effettivamente è.

Leggo dalla legge finanziaria DL 133:

Art. 16.
Facoltà di trasformazione in fondazioni delle università

1. In attuazione dell’articolo 33 della Costituzione, nel rispetto delle leggi vigenti e dell’autonomia didattica, scientifica, organizzativa e finanziaria, le Università pubbliche possono deliberare la propria trasformazione in fondazioni di diritto privato. La delibera di trasformazione e’ adottata dal Senato accademico a maggioranza assoluta ed e’ approvata con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze. La trasformazione opera a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di adozione della delibera.

2. Le fondazioni universitarie subentrano in tutti i rapporti attivi e passivi e nella titolarità del patrimonio dell’Università. Al fondo di dotazione delle fondazioni universitarie e’ trasferita, con decreto dell’Agenzia del demanio, la proprietà dei beni immobili già in uso alle Università trasformate.

3. Gli atti di trasformazione e di trasferimento degli immobili e tutte le operazioni ad essi connesse sono esenti da imposte e tasse.

4. Le fondazioni universitarie sono enti non commerciali e perseguono i propri scopi secondo le modalità consentite dalla loro natura giuridica e operano nel rispetto dei principi di economicità della gestione. Non e’ ammessa in ogni caso la distribuzione di utili, in qualsiasi forma. Eventuali proventi, rendite o altri utili derivanti dallo svolgimento delle attività previste dagli statuti delle fondazioni universitarie sono destinati interamente al perseguimento degli scopi delle medesime.

5. I trasferimenti a titolo di contributo o di liberalità a favore delle fondazioni universitarie sono esenti da tasse e imposte indirette e da diritti dovuti a qualunque altro titolo e sono interamente deducibili dal reddito del soggetto erogante. Gli onorari notarili relativi agli atti di donazione a favore delle fondazioni universitarie sono ridotti del 90 per cento.

6. Contestualmente alla delibera di trasformazione vengono adottati lo statuto e i regolamenti di amministrazione e di contabilità delle fondazioni universitarie, i quali devono essere approvati con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze. Lo statuto può prevedere l’ingresso nella fondazione universitaria di nuovi soggetti, pubblici o privati.

7. Le fondazioni universitarie adottano un regolamento di Ateneo per l’amministrazione, la finanza e la contabilità, anche in deroga alle norme dell’ordinamento contabile dello Stato e degli enti pubblici, fermo restando il rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario.

8. Le fondazioni universitarie hanno autonomia gestionale, organizzativa e contabile, nel rispetto dei principi stabiliti dal presente articolo.

9. La gestione economico-finanziaria delle fondazioni universitarie assicura l’equilibrio di bilancio. Il bilancio viene redatto con periodicità annuale. Resta fermo il sistema di finanziamento pubblico; a tal fine, costituisce elemento di valutazione, a fini perequativi, l’entità dei finanziamenti privati di ciascuna fondazione.

10. La vigilanza sulle fondazioni universitarie e’ esercitata dal Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze. Nei collegi dei sindaci delle fondazioni universitarie e’ assicurata la presenza dei rappresentanti delle Amministrazioni vigilanti.

11. La Corte dei conti esercita il controllo sulle fondazioni universitarie secondo le modalità previste dalla legge 21 marzo 1958, n. 259 e riferisce annualmente al Parlamento.

12. In caso di gravi violazioni di legge afferenti alla corretta gestione della fondazione universitaria da parte degli organi di amministrazione o di rappresentanza, il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca nomina un Commissario straordinario, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, con il compito di salvaguardare la corretta gestione dell’ente ed entro sei mesi da tale nomina procede alla nomina dei nuovi amministratori dell’ente medesimo, secondo quanto previsto dallo statuto.

13. Fino alla stipulazione del primo contratto collettivo di lavoro, al personale amministrativo delle fondazioni universitarie si applica il trattamento economico e giuridico vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto.

14. Alle fondazioni universitarie continuano ad applicarsi tutte le disposizioni vigenti per le Università statali in quanto compatibili con il presente articolo e con la natura privatistica delle fondazioni medesime.

Detto e riportato questo, mi stupisce come professori, rappresentanti degli studenti, rettori e quant’altro, indicano manifestazioni pubbliche effettuando voli pindarici.

Mi è stato detto che era certo che le Università diventassero private, quando invece il testo sopra riportato parla chiaramente di “possibilità di divenire Fondazione privata” – che è ben diverso da società privata.
Mi è stato detto che saranno alzate le tasse – non vedo scritto questo da nessuna parte.
Mi è stato detto che l’Università sarà comprata da privati – anche questo non lo vedo scritto da nessuna parte.

La verità, ed inizio a convincermene sempre di più, è che in questo paese tutti si lamentano ma nessuno propone qualcosa di costruttivo. Probabilmente sarebbe meglio restare in questa stasi da terzo mondo.

Related Posts:

Sulla riforma della scuola e relative manifestazioni / occupazioni (4): lo sciopero di Roma

Un’ora fa il sito di repubblica titolava “siamo 300mila“.
Adesso, ore 11.35, titola “siamo 800mila“.

Dipende dalla pioggia? Forse come le piante si moltiplicano a velocità disarmante.

Più probabilmente, è il caso di inventarsi un metodo serio per fare queste stime onde evitare figure barbine.

Related Posts:

Htc HD: inserito nel listino prezzi TIM

Leggo su telefonino.net che TIM ha inserito HTC HD nel suo listino prezzi.

Costo dell’operazione 599¤.

Incuriosito dal prezzo, mi sono fiondato sul sito della TIM. Nella lista dei prodotti ma il gioiellino di casa HTC non era presente. Utilizzando il campo “cerca” in realtà esiste un’unica voce, corrispondente a questa scheda.

Non è dato sapere nè la data d’uscita nè perchè costì circa 100 euro in meno di quanto preventivato. Sola in vista?

Related Posts:

Htc HD: a novembre in esclusiva per il mercato uk

Ieri è circolata un rumor secondo il quale l’htc hd sarà commercializzato in esclusiva per il mercato UK fino a gennaio 2009.

Mi preoccupa la tipologia di vendita: contratto di 18 mesi, con una spesa iniziale di circa 126$ e canone mensile di circa 63$.

Sconosciuta la data di uscita per il mercato italiano (novità eh).

Related Posts:

Roma: tiburtina alluvionata

dopo circa 5 mesi il problema persiste, nonostante quest’estate abbiano rifatto tutto l’impianto di canalizzazione.

Ieri sera sembrava di essere in un paese del terzo mondo con l’acqua che raggiungeva, inspiegabilmente, la metà dello sportello della mia auto.

Related Posts:

Sulla riforma della scuola e relative manifestazioni / occupazioni (3): tagli alla scuola privata paritaria

Leggo su repubblica dei tagli alla scuola privata paritaria (grazie a mauro per la segnalazione):

Un taglio di 133 milioni di euro per il 2009 alla scuola privata paritaria.
La decurtazione di risorse è prevista nel ddl di bilancio, all’interno delle tabelle del Ministero dell’Istruzione. In particolare, si passa dai 535 milioni previsti per il 2008, a 402 milioni nel 2009, a 406 nel 2010 e a 317 nel 2011.

La Federazione Italiana Scuola Materne (Fism), che rappresenta oltre 8.000 scuole materne paritarie cattoliche (il 60% delle scuole paritarie) ha inviato una lettare ai deputati della Commissione bilancio della Camera, che sta esaminando la finanziaria, chiedendo ”l’immediato ripristino” della somma”.

Mi verrebbe da dire: viva l’Italia !! (e questa volta la maiuscola ci sta tutta)

Related Posts:

Sulla riforma della scuola e relative manifestazioni / occupazioni (2)

Recupero dal blog di Alberto, un’interessante dichiarazione di Piero Calamandrei, risalente al 1950 (si parla di scuola pubblica e scuola privata):

Facciamo l’ipotesi, così astrattamente, che ci sia un partito al potere, un partito dominante, il quale però formalmente vuole rispettare la Costituzione, non la vuole violare in sostanza. Non vuol fare la marcia su Roma e trasformare l’aula in alloggiamento per i manipoli; ma vuol istituire, senza parere, una larvata dittatura.

Allora, che cosa fare per impadronirsi delle scuole e per trasformare le scuole di Stato in scuole di partito? Si accorge che le scuole di Stato hanno il difetto di essere imparziali. C’è una certa resistenza; in quelle scuole c’è sempre, perfino sotto il fascismo c’è stata. Allora, il partito dominante segue un’altra strada (è tutta un’ipotesi teorica, intendiamoci). Comincia a trascurare le scuole pubbliche, a screditarle, ad impoverirle. Lascia che si anemizzino e comincia a favorire le scuole private.

Mi fa strano che si potessero esprimere, nel lontano 1950, idee tanto vicine alla nostra odierna realtà.
Sono quasi completamente daccordo con ciò che viene scritto se non per il fatto che la scuola pubblica attuale è ben lontana dall’essere imparziale – quantomeno nel liceo (di cui ho ancora ricordi coscienti) – essendo politicizzata quasi quanto l’università.

In realtà non ho termini precisi per poter esprimere la mia opinione in materia di scuola elementare. So solo che io sono cresciuto con una sola maestra e ne ho un ricordo sublime. E’ anche grazie a lei che sono ciò che sono. E’ vero, la società evolve, ma vorrei anche capire cosa implica per un bambino avere più insegnanti.

A chiosa del problema scuola, due link utili:
1. Il decreto Gelmini (notare che è DL 137 e non DL 133 – come tutti dicono)
2. Il vero DL 133

A seguire parlerò di università – il tema caliente.

Related Posts:

Sulla riforma della scuola e relative manifestazioni / occupazioni

Pensieri sparsi.

Alberto tempo fa si lamentava dell’assenza nella blogsfera di una seria ed attenta dialettica sull’argomento. Personalmente posso dirgli di non averne potuto parlare prima perchè la visione dello stesso non era chiara – e tuttora ho dei paurosi buchi neri.

Difatti, oggi come non mai, si vede quanto i giornalisti siano asserviti al potere. I primi giorni di proteste, si sono limitati a riportare notizie di manifestazioni ed occupazioni senza spiegare ciò di cui si parlava nè tantomeno perchè si protestava.

A tuttoggi non dicono che gli universitari se la prendono con la gelmini, quando invece se la dovrebbero prendere con tremonti (a meno che, colti da impeto altruista, i collettivi non abbiano a cuore le sorti della scuola materna ed elementare, ma ne dubito).

Non raccontano i fatti per come realmente avvengano: perchè non dire che il giorno successivo ad uno dei primi giorni di occupazione, la ditta incaricata di effettuare le pulizie della struttura della Sapienza, si è rifiutata causa feci, vomito e quant’altro cosparso dagli occupanti nottetempo? Ed aggiungo: la Sapienza ha dovuto pagare un’ulteriore ditta per provvedere alla pulizia dei locali – non sarebbe stato piuttosto il caso di far pulire tutto agli occupanti stessi, che dubito fortemente a casa loro vivano in situazioni igieniche di questo tipo?

La sensazione che ho è che la maggior parte di quelli che protestano, lo facciano in quanto pecoroni e probabilmente non sanno nemmeno ciò di cui parlano.

Tralascio commenti sui servizi scandalosi portati avanti in questi giorni dal tg4 e, come sempre, pro-governo. Ne consiglio la visione a tutti coloro i quali non sappiano cosa sia l’informazione di regime.

A seguire altre considerazioni

Related Posts:

Il fair play della fiorentina e dei della valle

L’avevo detto e scritto e lo sottoscrivo: il fair play è una cazzata. E forse è il caso di convincersene il più velocemente possibile.
Questa sorta di buonismo, dura ed è valida fino al momento in cui non si ledono i propri interessi personali.

Ci sono persone, ruffiane, che davanti al loro pubblico [recentemente] hanno volutamente non tirare in porta [vuota] perchè ben due giocatori (un avversario ed un compagno di squadra) erano a terra.

Ieri gilardino ha segnato [volutamente] di braccio. Esulta. Il pubblico esplode ma l’arbitro non vede nulla [dice].

Qualcuno ha detto che gilardino avrebbe potuto dire all’arbitro di aver segnato con il braccio. Ma per favore su, davanti ad un gol importante, il fair play si va a far stra-benedire.

Ah ma scusate, la fiorentina ed i della valle non erano quelli del terzo tempo? Non erano quelli del gioco pulito? E dove sono finiti oggi i due fratelli?

Resta il fatto che la fiorentina se ne va da palermo con 3 punti in saccoccia. Gilardino, male che va, si farà qualche giornata di squalifica e tutti, tra meno di un mese, si dimenticheranno di ciò che è successo ieri sera a palermo.

Related Posts:

Il meglio della settimana #7

I post più cliccati della settimana:

- Cambiare la conver al Nokia N73: tutorial dove spiego come cambiare la cover dell’n73;

- Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

- HTC HD: la scheda tecnica;

- Superenalotto truccato: commento ironico [ma non troppo] sulla mania per il superenalotto.

Related Posts:

Pes 2009 recensione

Stasera ho giocato a pes 2009 sulla ps3. L’impressione è stata pessima, delle peggiori.

La giocabilità generale è decaduta letteralmente, non che la versione 2008 dello stesso gioco mi avesse entusiasmato (sempre su ps3, s’intende).

I giocatori sono lenti e macchinosi, la palla sembra non rotolare sul terreno, bensì ad una spanna sopra di esso. Risulta difficoltoso sia fare i dribbling che un semplice passaggio. La grafica si dice sia stata migliorata ma, se escludiamo la cura dei singoli componenti grafici, nel complesso è ancora insufficiente (guardare le porte per credere).

I portieri hanno comportamenti strani ed a volte incomprensibili: entrano in bagher sui tiri e prendono gol stupidi sul proprio palo durante l’azione di calcio d’angolo.

Sicuramente è stato migliorato il commento audio che pare sia meglio sincronizzato con il procedere del gioco.
Forse hanno migliorato anche il passaggio filtrante sulla fascia, tende a far allargare maggiormente l’ala.

In linea generale, avrei preferito senza alcun dubbio una grafica meno curata nei suoi singoli particolari, ma un aumento del livello di giocabilità.

Non vale i soldi che costa, torno a giocare al 2008 su ps2.

Related Posts:

Lillo Foti e la Reggina Calcio: il prezzo dei biglietti

Oggi ero al matchpoint per le mie solite scommesse sul calcio e ho notato questo “piccolo” dettaglio.

Settore Reggina – Lecce Reggina – Inter
Tribuna Sud € 12,00 € 21,00
Tribuna Nord € 12,00 € 21,00
Tribuna Est € 17,00 € 35,00
Tribuna Laterale € 29,00 € 50,00
Tribuna Grande € 39,00 € 61,00
Tribuna Parterre € 49,00 € 69,00
Tribuna Amaranto € 59,00 € 85,00
Tribuna Reggina 1986 € 121,00 € 230,00

E poi dicono che vogliono riportare la gente allo stadio. Questo sì che vuol dire avere a cuore gli stadi pieni.
grazie Lillo Foti

Related Posts:

In loving memory

Ho fatto ritorno in patria.
Un viaggio allucinante: normale e tranquillo fino a salerno; una volta passata la barriera di salerno ed entrati sull’a3 cambia il mondo. Pare di aver passato la dogana ed essere passati in biafra (non me ne vogliano).

Da Salerno a Reggio Calabria è tutta una deviazione: davvero sconsolante! Giunti a Bagnara, l’a3 era addirittura bloccata dal traffico dei camion – l’unica soluzione è stata quella di prendere la statale. Viva l’Italia.

Ma non è quello di cui voglio parlare, considerato che ne ho piene le palle di questo paese e dello stato generale in cui versiamo.

Parlerò di quanto è strana la vita.
Ho fatto ritorno in patria per la laurea di un vecchio amico, fin dai tempi del liceo, un amico fraterno. Un momento di gioia (tra qualche ora) che segnerà un altro passo importante nella sua vita. Un momento che difficilmente si dimenticherà, perchè la vita inevitabilmente cambia.

Stamattina ho poi ricevuto, inspiegabilmente, la notizia che un’amica di famiglia ci ha lasciato a soli 56 anni. Una tristezza infinita. La ricordo ancora bellissima, con i suoi capelli biondi. Tante estati passate nei rispettivi giardini, o a mare sui nostri gommoni, girovagare per le belle coste crotonesi. Una signora sempre sorridente e disponibile. Ah quante “settimane enigmistiche” abbiamo completato assieme. Quante partite a carte. Quante cene. Purtroppo ha perso la battaglia contro la malattia del secolo.

Mi viene una rabbia incredibile. C’è un’ipocrisia assurda in giro.

La vita è strana dicevo: provi gioia e tristezza allo stesso istante. un mix strano di sentimenti.

Related Posts:

(Windows Live) Messenger errore 80048831

Racconto di un’odissea.

Stasera torno a casa e cerco di collegarmi a messenger, avendo un appuntamento di lavoro, e mi ritrovo una bella sorpresa: errore 80048831. In parole povere: c’è un problema con la password, presumibilmente è scaduta. Non mi capacito del perchè io abbia inserito il check sull’opzione tramite la quale la password scade dopo 72 giorni, ma tant’è …

Mi dico: vabbè è una fesseria, basterà andare sul sito di hotmail e modificarla tramite il recupera password. Fosse vero …

Ben presto mi accorgo che la Microsoft mi propone di inviarmi il link per il reset della password sul mio account hotmail che, ovviamente, non posso visualizzare dato che la password è scaduta.

A quel punto resta l’unica soluzione, quella più affidabile: chiedo a Google. Scopro rapidamente che effettivamente l’errore si riferisce alla scadenza della password, se non che su tutti i forum e blog viene riportata la possibilità di invio non solo sul proprio account hotmail ma anche tramite l’inserimento della risposta alla domanda segreta. A me no.

Panico !! L’appuntamento, aperta e chiusa parentesi, è oramai saltato.

Mi immedesimo nella figura dell’utonto e scrivo su google “80048831 non ho la domanda segreta” e scopro, con mio sommo stupore, che la strada da seguire per recuperare la password è la seguente:

1. Eliminare tutti i cookie ed i file temporanei da IE (Internet Explorer) o FF (Firefox);
2. Collegarsi al sito accountservices.msn.com
3. Seguire i passi previsti dalla procedura “Password dimenticata”.

Ho omesso di aver letto la guida, che fa realmente ridere per la sua inutilità. Ho anche omesso di aver scritto al supporto della Microsoft, specificando sia l’errore sia cosa fosse successo esattamente: ne ho tratto una risposta di una certa Claudia (ovviamente risposta automatica) che riporta pari-pari la guida già disponibile online, se non che mi è stata inviata in lingua inglese.

E ora un paio di domande: ma se mi scade la password, come ti viene in mente di inviarmi la password sull’account di posta che per ovvi motivi non posso accedere? E ancora: mi sta per scadere la password, ma vuoi avvisarmi che mancano X giorni alla scadenza?
Ma non vi siete stancati dei captcha? Io li ho davvero odiati .. li avrò inseriti una ventina di volte, nel tentativo di capire dove fosse quella sezione con la possibilità di scegliere la domanda segreta.

In tutto ciò se ne sono andate due ore per recuperare una password. Viva l’usabilità

Related Posts:

LinuxDay 2008 @Reggio Calabria by RcLug

Sabato 25 ottobre si terrà in tutta italia il Linux Day.

Sarò a Reggio, per cui con piacere andrò a trovare i vecchi amici dell’RcLug – non vedo l’ora di sentire il talk di Gianni Amato (sono uno dei suoi assidui lettori).

Spero di incontrarvi lì ;)

Related Posts:

Superenalotto: e se fosse truccato?

Leggo che lo stato ha incassato nell’ultimo mese, solo 347 milioni di euro (+115%).

Se fosse tutto truccato? Il periodo è dei migliori per inventarsi una truffa del genere.
La maggior parte delle persone che vivono in questa repubblica delle banane, non arriva nemmeno alla terza settimana del mese.
La maggior parte di noi sa che non si può permettere di sognare.
La maggior parte di noi sa che deve condurre almeno due lavori per poter sperare di togliersi qualche sfizio.
La maggior parte di noi sa che non potrà mai avere una casa di proprietà.

La soluzione? O si organizza un mega viaggio verso la Colombia, di andata e ritorno con la supervisione dei soliti noti, o si vince al superenalotto. Molti, pare, scelgono la seconda.

In bocca al lupo

Related Posts:

Lillo Foti (Pasquale Foti) e la Reggina Calcio: l’ennesimo weekend di passione

Ci vuole un gran coraggio a commentare il weekend sportivo .. ci provo.

Perdere a Roma ci sta, anche se contro una squadra molto rimaneggiata, in piena crisi.
Perdere a Firenze ci sta, anche se, nuovamente, contro una squadra rimaneggiata.

Il problema è che se non tiri fuori i coglioni e continui a prendere in giro i tifosi, prima o poi il giocattolo si rompe – sempre che non si sia già rotto.

Di dubbi ne abbiamo tanti: il perchè di Corradi in tribuna, quando poteva semplicemente andare in panchina se proprio si doveva non farlo giocare. Perchè far giocare Rakic titolare, la cui esperienza in serie A si limita a 20 minuti nella precedente partita. Perchè continuare a far giocare Lanzaro a destra, quando non è un terzino destro. Perchè considerare Cirillo un intoccabile, quando invece è regolarmente il peggiore in campo?

Ci vengono incontro l’allenatore ed il presidentissimo. Per il primo, Valdez e Santos (i due centrali di difesa oltre l’intoccabile) sono allo stesso livello (!!!) per cui far giocare l’uno o l’altro è indifferente – ecco come motivare il gruppo! Corradi è andato in tribuna per scelta tattica (e che scelta !!!).
Per il presidente abbiamo perso solo a causa dell’arbitro.

Personalmente avrei preferito avesse dichiarato altro, quantomeno per amore dei tifosi. Ma si sa, Lillo Foti non ha proprio idea di come si gestisca l’ambiente.

Molti dei miei amici, storici seguaci della reggina fin dai tempi della C, non la seguono più o quantomeno la guardano a tratti (mi parlano di solito copione) – credo di essere stato uno dei pochi ad aver visto lo scempio di secondo tempo a Firenze. Pace.

A catania si trovano nelle prime posizioni; il genoa in casa è praticamente imbattibile e giocano con un dio assoluto che all’anagrafe si chiama Milito. A Palermo, con fortune alterne, quantomeno si divertono vedendo giocare il romario del salento. Lasciamo stare napoli, fa discorso a sè. E Reggio Calabria?

Beh a Reggio Calabria la gente oramai è disinnamorata. La curva sud non esiste praticamente più. Guardiamo la partita sapendo che andremo a perdere o, bene che ci vada, faremo un punto.

L’entusiamo è morto. Grazie Lillo Foti.

ps: un grazie va anche a Brienza, Mr. Fair-Play. L’ho detto e ripetuto: il fair-play è una delle più grosse cazzate del secolo. A palermo ci ha praticamente tolto la possibilità di sperare in una vittoria, rifiutandosi di tirare a porta vuota. Sabato, a firenze, si è tuffato in area, stile il migliore inzaghi dei bei tempi, e non è stato nemmeno ammonito.

Related Posts:

Il meglio della settimana #6

I post più cliccati della settimana:

- Cambiare la conver al Nokia N73: tutorial dove spiego come cambiare la cover dell’n73;

- Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

- Reggina Calcio: una serie di post sull’aspetto societario e sportivo che caratterizzano la gestione di Lillo Foti;

- HTC HD: la scheda tecnica

Related Posts:

Htc HD: scheda tecnica

Htc HD

Scheda Tecnica:

Processore: Qualcomm® MSM 7201A™ 528 MHz

Sistema Operativo: Windows Mobile® 6.1 Professional

Memorie -> ROM: 512 MB RAM: 288 MB

Display: 3.8-inch TFT-LCD flat touch-sensitive screen with 480 x 800 WVGA resolution

Network: HSDPA/WCDMA: Europe/Asia: 900/2100 MHz Up to 2 Mbps up-link and 7.2 Mbps down-link speeds Quad-band GSM/GPRS/EDGE: 850/900/1800/1900 MHz (Band frequency, HSUPA availability, and data speed are operator dependent)

Device Control: HTC TouchFLO™ 3D Touch-sensitive front panel buttons
GPS: GPS and A-GPS ready

Connectivity: Bluetooth® 2.0 with Enhanced Data Rate and A2DP for wireless stereo headsets Wi-Fi®: IEEE 802.11 b/g HTC ExtUSB™ (11-pin mini-USB 2.0)

Audio: Built-in 3.5 mm audio jack, microphone, speaker, and FM radio
Expansion Slot: microSD™ memory card (SD 2.0 compatible)
Special Features: FM Radio, G-Sensor

Battery: Rechargeable Lithium-ion or Lithium-ion polymer battery Capacity: 1350 mAh Talk time: Up to 390 minutes for WCDMA / Up to 310 minutes for GSM Standby time: Up to 450 hours for WCDMA / Up to 390 hours for GSM Video call time: Up to 120 minutes

Dimensions: 115 mm x 62.8 mm x 12 mm
Weight: 146.4 grams with battery

Related Posts:

“Puia”: da San Luca a Tor Bella Monaca il volo de “Il Gabbiano di Jonathan Livingston”

Ieri sera siamo stati tutti al teatro di Tor Bella Monaca, su consiglio di Milea, alla rappresentazione teatrale “Puia” tratta da “Il Gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach.

L’iniziativa parte da Michele Placido e, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, del Teatro di Roma, il Comune di San Luca e della Prefettura di Reggio Calabria, ha lo scopo di creare attività culturali nel territorio, ponendo in relazione territori diversi ma accomunati da problemi di eguale gravità.

I protagonisti di questa rappresentazione teatrale sono i bambini di San Luca: davvero tanti, credo tutti, per la prima volta a Roma e forse su un palcoscenico. Sono stati davvero bravissimi. Voglio sottolineare l’energia positiva che emanavano durante tutta la rappresentazione: dalla sorpresa iniziale – quando il teatro è stato letteralmente invaso dai bambini che son venuti a raccontarci una storia (ognuna rigorosamente diversa dall’altra) – a quella finale – quando hanno tirato fuori fisarmonica e tamburello e si son lanciati in una tarantella sfrenata (oh il bambino che suonava il tamburello era davvero un mostro – bravo !!).

Significativa anche la scelta di rappresentare il gabbiano jonathan livingston, simbolo universale di libertà. Non si fa mai riferimento diretto al problema [forse sarebbe più corretto chiamarla piaga] della ‘ndrangheta, ma il continuo metaforizzarne la visione tramite i concetti di libertà, amore e crescita corale di un gruppo di bambini, non posso negare che mi abbia suscitato non pochi brividi.

Molto molto bello.

E veniamo alle note negative – perchè purtroppo ci sono sempre. La rappresentazione era rigorosamente gratuita, eppure a parte noi ( eravamo 8 ) e qualche altra coppia, la sala era gremita dai soli parenti dei bambini. Mi chiedo per quale ragione una così lodevole manifestazione culturale, non venga pubblicizzata a dovere.

Dov’erano le varie associazioni che si fregiano di combattere la ‘ndrangheta e/o di portare avanti il nome della Calabria? Dov’era l’associazione dei calabresi nel mondo? Dov’era il movimento ammazzateci tutti (considerato che non si è presentato nemmeno alla cerimonia in ricordo di Fortugno)?

Forse, ma aspetto smentite, l’assenza di telecamere e visibilità non interessa a questi signori. Forse questi signori non sono realmente interessati al bene comune, forse non sono interessati a portare avanti un progetto serio come questo di Michele Placido.

Ieri sul blog di Dario Salvelli [nei commenti] si è parlato di questi e altri argomenti, partendo dalla storia recente su Roberto Saviano. Mi è stato chiesto cosa farei per debellare questa piaga. Beh, credo che progetti di questo tipo valgano molto di più di mille manifestazioni di protestsa. Se Michele Placido riuscirà a portare fuori dalla logica ndranghetista anche uno solo dei bambini di San Luca, sarà un successo enorme – epocale.

Related Posts:

Htc HD: lo VOGLIO !!!

basta. ho deciso.

Il mio n73 è in stato di coma irreversibile: il tasto verde è oramai inutilizzabile, l’asterisco non funziona più, per cui non posso scrivere gli sms con il t9. Urge soluzione.

Individuata: htc hd – tutta la vita !!!

Related Posts: