Panchina d’oro 2008 a Roberto Mancini

Si sapeva.
Già nel pre-partita di domenica, l’inviato da Milano ci informava che gli allenatori si erano tutti messi daccordo per eleggere Roberto Mancini quale migliore allenatore della passata stagione.

Rivolta contro Mourinho?
Rivolta per il fatto che l’allenatore campione d’italia sia disoccupato (anche se un disoccupato con un stipendo mensile da brividi per non fare nulla nella vita se non guardare il Bologna) ??

Andrò controcorrente – come sempre.

Mi pare troppo facile eleggere Roberto Mancini: con quello squadrone vincevano tutti.
Che il miglior allenatore della passata stagione sia lui è segno distintivo del calcio che cambia. Il calcio dei ricchi, il calcio di coloro i quali non sanno cosa voglia giocare e vincere in provincia.

Che dovrebbe dire Mazzarri, quando salvò la reggina da -15? Che dovrebbe dire Spalletti, che per anni ha portato la roma al secondo posto pur avendo un organico nettamente inferiore a quello interista? Che dovrebbe dire Eddy Reja, che prese il napoli in C quando tutti i signorotti, gea o non gea, si rifiutavano di andare a giocare in campi tipo cavese, casarano e via discorrendo. Oggi si sta prendendo le sue soddisfazioni, il napoli gioca un gran calcio, ma un pò di considerazione in più da parte dei colleghi non sarebbe stata rifiutata (anche alla luce del fatto che ogni domenica viene bistratto dalle tv, per far parlare gli allenatori delle cosiddette “grandi”).

Questi sono gli allenatori che dovrebbero vincere la panchina d’oro, perchè il loro impegno è sicuramente più difficile di quanto possa esserlo quello di un Roberto Mancini o di un Josè Mourinho*

*: a chiosa di tutto, il signore qui citato ed asteriscato, venuto dal portogallo via inghilterra, sostiene che il prodotto “calcio italiano” non “vada” all’estero e che tutti dovrebbero impegnarsi per migliorarlo. Bene. Benissimo. Tutti daccordo.
Ma lui cosa sta facendo? Non mi pare che l’inter esprima questo gran gioco.
Per cui, prima di lamentarsi e fare lo special one, farebbe bene a lavare i panni di casa propria.

Related Posts: