Addio 2008

-3 ore e quest’anno del cazzo se ne va a fanculo – come già tutti i 28 che mi sono lasciato alle spalle.

Related Posts:

  • Nessun post correlato

Il meglio della settimana #16

Related Posts:

Cento anni dopo il Terremoto di Reggio e Messina: 28/12/1908 – 28/12/2008

Ne sono passati 100, ma forse non si vede nemmeno poi tanto.

Tanti blogger reggini, oggi, parlano di quanto successe cento anni fa. Ne parla Antonino Monteleone, ne parla anche Stefano Costantino. Ora ne parlo io.

La storia è nota e mi secca un pò parlarne. Cosa può aver mai provocato un terremoto con annesso maremoto? Pare anche quasi banale raccontare i fatti – per questo esiste wikipedia (alla voce “terremoto di messina“).

La mia personale impressione è che ciò che successe cent’anni fa, segna la nostra vita attuale.
La natura distrusse le città gemelle e gli uomini le ricostruirono senza alcun criterio. Ad oggi, credo che Reggio necessiti di un nuovo “terremoto” che possa scuoterla nelle sue fondamenta e che possa far rinsavire sia le persone che la abitano sia coloro che la “governano”.

Related Posts:

Regali Natalizi

Come ogni anno, mi sono ridotto all’ultimo.

Tra i regali fatti quest’anno ho acquistato due accessori da Bershka qui a Reggio Calabria; avevo chiesto alla commessa di togliere il prezzo ma, ovviamente, se n’è dimenticata.

Poco male.

Quando gratto via il tagliandino con il prezzo, mi rendo conto che sotto ce n’era un altro e che ho speso 4 euro in più, rispetto al costo originale. Alla faccia della crisi!

Buon Natale

Related Posts:

Il meglio della settimana #15

I post più cliccati della settimana:

Accenture Technology Solutions: la mia esperienza sul colloquio di lavoro con Accenture Technology Solutions;

HTC HD;

Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

Related Posts:

Art.21 della Costituzione

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l’indicazione dei responsabili.

In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell’autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all’autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s’intende revocato e privo di ogni effetto.

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.

Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

Chi ha orecchie per intendere, intenda … e legga!

Related Posts:

Una nuova tangentopoli alle porte?

E’ un pensiero che mi ronza in testa da un paio di giorni: e se fossimo davanti ai prodomi di una nuova Tangentopoli?

Non ho vissuto i giorni della prima sessione giudici vs politici ma, oggi, la particolarità è che questo è l’unico, e dico unico, momento in cui tutti i politici, destra o sinistra che siano, si trovano concordi. Leggo dal sito di repubblica:

La Giunta delle autorizzazioni a procedere della Camera ha respinto la richiesta di arresti domiciliari, arrivata dalla procura di Potenza, per il deputato del Pd Salvatore Margiotta, relativa all’inchiesta sulle tangenti sugli appalti per estrazione del petrolio in Basilicata. La decisione è stata presa quasi all’unanimità: tutti i deputati di maggioranza e opposizione hanno espresso la loro contrarietà alla richiesta della procura, a eccezione dell’Italia dei Valori che ha detto sì

Dalle interviste riportate sempre su Repubblica (ieri, ma non ritrovo il link preciso), pare anche che i politici del PD sospettino che ci sia Di Pietro dietro questo attacco dei giudici. Delle due l’una: o è vero che Di Pietro stia macchinando per disintegrare il PD, come daltronde a suo tempo disintegrò Craxi e compagni, oppure i giudici stanno realmente scavando nella melma della politica.

Sicuramente, ad oggi, il PD assomiglia più a Forza Italia che ad un partito nuovo e moralmente integro.

Related Posts:

Lillo Foti (Pasquale Foti) e la Reggina Calcio chiamano Bepi Pillon

Addio Orlandi.
“Benvenuto” Pillon.

La notizia ha iniziato a girare ieri sera verso le 22.30 quando oramai, tra tv e carta stampata, solo su internet si poteva diffondere (non credo che i giornali cartacei siano usciti con la notizia se non, al massimo, un trafiletto).

E’ una storia che si ripete. E’ una storia già vista l’anno scorso.

Ecco la lista degli allenatori che si son seduti sulla panchina amaranto da quando abbiamo calcato per la prima volta un campo di serie A:

1999-2000:colomba
2000-2001:colomba
2002-2003:mutti, de canio
2003-2004:colomba,camolese
2004-2005:mazzarri
2005-2006:mazzarri
2006-2007:mazzarri
2007-2008:ficcadenti, ulivieri, orlandi
2008-2009:orlandi, pillon

Con l’esonero di oggi il sig. Lillo Foti guadagna la prima pagina su tutte le testate giornalistiche online, il che gli fornirà accessi al sito web della società e sicuramente tanta visibilità.

Per noi tifosi, è sempre la solita storia. Poca programmazione, nessuna buona idea in testa, tante tante scommesse andate male. Corsi e ricorsi storici.

Orlandi paga sicuramente una rosa con delle lacune mostruose (difesa in primis) ma anche scelte sballatissime: cambi praticamente mai decisivi, l’aver lasciato Corradi spesso fuori in trasferta, aver dimenticato tantissimi giocatori, preferendo i “soliti noti”.

Related Posts:

Test di fine Anno (via Facebook)

1. Nel 2008, che cosa hai fatto che non avresti mai pensato di fare? Stare male per aver lasciato Bologna

2. Hai mantenuto fede a tutti i tuoi buoni propositi , e ne farai di nuovi quest’anno? Nessun proposito nè prima, nè ora, nè mai.

3. Qualcuno che conosci ha avuto un bambino? SI

4. Qualcuno a cui tenevi è deceduto? NO

5. Quali città/nazioni hai visitato? Troppe per elencarle: basti pensare a quanti soldi ho regalato a quel xx£(£)%&)(£YT£ di Lillo Foti

6. Che cosa vorresti dal 2009 che non hai potuto avere dal 2008? un datore di lavoro che paghi regolarmente

7. Quale giorno del 2008 non ti dimenticherai mai? Il giorno in cui ho lasciato Bologna alla volta di Roma. Tristezza per il passato, speranza per il futuro

8. Il traguardo migliore che hai raggiunto quest’anno è stato… Riuscire a passare sopra le persone, anche care

9. L’errore più grande? Non saper dire “no”

10. Sei stato male? la solita

11. La cosa migliore che hai comprato… Non è stato tempo d’acquisti

12. Chi ti ha sorpreso (positivamente) quest’anno? Nessuno

13. Chi ti ha deluso invece? No Comment

14. Come hai speso i tuoi soldi? In riparazioni danni macchina, affitto e reggina

15. Cosa ti ha reso veramente, veramente felice? Un compleanno indimenticabile, una festa a sorpresa inaspettata, l’affetto di tanti nuovi amici

16. La tua canzone dell’anno è… Time is now dei Moloko

17. Ripensa a questo periodo di un anno fa… eri…

i. più felice o più triste? La solita
ii. più magro/a o più grasso/a? Magro
iii. più ricca o più povera? Più ricco

18. Se avessi avuto più tempo…quest’anno avresti… Fatto più sport, dormito di più, girato di più per roma.

19. Se avessi potuto evitare…quest’anno non avresti… Speso tanti soldi a vuoto per riparare a catastrofi varie

20. Come festeggerai il Natale? Stare con quelle persone che consideri la tua vera famiglia

21. E capodanno? Nessun programma

22. Nel 2008, ti sei innamorato? yep

23. Con quante persone sei andato a letto? Una sola

24. Programma TV preferito? Niente TV

25. “Odi” qualcuno che invece l’anno scorso proprio non “odiavi”? Nessun odio

26. Il miglior libro… boh

27. Musicalmente parlando… quest’anno hai scoperto… Niente di che – la solita roba commerciale

28. Una cosa che volevi…e che hai ottenuto… Venire a vivere a Roma

29. Una cosa che volevi..e che invece non hai ottenuto… Un datore di lavoro che paghi regolarmente

30. Il miglior film… Il Padrino

31. Come hai festeggiato il tuo compleanno? Come sopra

32. La cosa che hai fatto quest’anno e che più di tutte ti ha reso felice e orgoglioso di te.. nonostante tutto sono riuscito a mantenermi una persona corretta.. anche se questo sta cominciando ad andare contro i miei principi. [cit. Marco]

33. La moda del 2008 è …. non mi interessa

34. Chi o cosa ti ha aiutato a non impazzire quest’anno? La mia metà

35. Il personaggio (famoso!) dell’anno è … Obama

36. Il caso politico che ti ha colpito di più… non ho abbastanza spazio e vorrei sarete già stanchi di leggermi

37. Chi ti è mancato di più? Due amiche che vivono a Bologna

38. La persona più importante e migliore che hai conosciuto quest’anno è… Credo Milea, senza dimenticare il gruppo di Girifalco

39. La lezione di vita che hai imparato quest’anno è … Nessuno è indispensabile a questo mondo, se non sè stessi

40. Cita una frase di una canzone che rappresenti il tuo 2008 … Non mi sovviene nulla

41. il 2008 è stato un anno buono o no? Direi proprio di no

42. I momenti migliori del tuo 2008… Come sopra

43. I momenti più brutti del tuo 2008… Mah tante persone che sono “impazzite”

44. Il mese migliore del 2008…. Non ce n’è uno classificabile come “migliore”

45. La canzone preferita del 2008… Non saprei

46. L’album migliore… NON SAPREI…

47. Quanti concerti hai visto? Niuno

48. E il migliore è stato quello..Niuno

49.Hai bevuto molto quest’anno? Direi di si

50. Hai fatto uso di droghe? Dipende da cosa si intenda per “droghe”

51. Hai fatto qualcosa di cui ti sei pentito? No

52. La bugia peggiore che ti hanno detto quest’anno? Tante

53. Hai trattato male qualcuno? Forse

54. E qualcuno ti ha trattato male? si

55. Hai speso molti soldi quest’anno? Si

56. Il momento di cui sei più orgoglioso del 2008 è… Aver lasciato Bologna

57. Se potessi tornare indietro, che cosa cambieresti di quest’anno? Nulla – non si torna indietro

58. Progetti per il 2009? Nessuno

Related Posts:

Il meglio della settimana #14

I post più cliccati della settimana:

Accenture Technology Solutions: la mia esperienza sul colloquio di lavoro con Accenture Technology Solutions;

HTC HD;

Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

Alluvione a Roma, tiburtina allagata

Related Posts:

Auguri e ringraziamenti

Ieri era il mio compleanno – e devo ammettere che l’ho vissuto all’insegna di Facebook.
Ho ricevuto gli auguri tramite FB da gente improbabile, con la quale ho parlato forse mezza volta in tutta la mia vita, miei ex colleghi con i quali non ho proprio mai avuto a che fare, ma tant’è.

Poi in verità chi si è voluto distinguere, mi ha inviato un sms proprio per non usare FB.

Volevo ringraziare tutti, davvero 🙂

Detto questo, un ringraziamento sentito lo rivolgo a Cirillo, mister orlandi e il sig. lillo foti per la bellissima prestazione di ieri.
grazie

Related Posts:

Mourinho e Mihajlovic: botta e risposta

Mihajlovic:

“Mourinho e i suoi sono arrivati dicendo che loro sapevano come gestire il gruppo ed erano i più bravi. Invece mi sembra che siamo alle solite – ha dichiarato l’allenatore del Bologna – Noi abbiamo gestito Adriano per 4 anni: evidentemente quando Mancini lo lasciava fuori un motivo c’era”.

“Però quando Adriano non giocava c’erano sempre polemiche e Roberto veniva attaccato. Con Mourinho questo non succede”, ha quindi aggiunto Mihajlovic, puntando il dito su un diverso “trattamento” riservato a Mancini, rispetto all’allenatore portoghese. Nuova benzina sul fuoco delle polemiche?”

Mourinho:

“Detto che Adriano ha un problema muscolare che potrebbe fargli saltare anche il Siena, tutti, lui compreso, meritano una seconda opportunità. Se questa società ha dato la possibilità di allenarsi a uno che ha sputato in faccia a un avversario (riferimento a Mihajlovic) perchè non concedere un’altra possibilità di giocare ad Adriano? – ha dichiarato Mourinho – L’allenatore in seconda dell’Inter è Baresi ma Mihajlovic parla dell’Inter più di lui. Sembra che sia ancora qui, anche se in realtà non è così”.

Mihajlovic:

Mi spiace per la situazione creatasi, il mio non voleva essere una critica all’Inter ma ai giornalisti

[cut]

Come Mourinho possa parlare io non lo so, visto che Mourinho purtroppo non ha mai giocato a pallone

(via sport alice12)
(intervista di Mihajlovic su Sky Sport 13 dicembre 2008)

Related Posts:

Il mondo del lavoro e le stranezze di questo stato

Domani sarà passato un anno dalla laurea e guardandomi indietro posso fare tante considerazioni.

Potrei iniziare dicendo che ringrazierò sempre me stesso per aver vissuto l’università in modo alternativo, guardando più alla sostanza, distraendomi da ciò che era richiesto per superare l’esame, concentrandomi sull’argomento in sè, espandendolo fino all’esasperazione. Il mercato del lavoro non ti chiede il pezzo di carta, ti chiede di saper operare ed è questo che in fin dei conti, unito all’esperienza, fa realmente la differenza.

Potrei aggiungere che il mondo del lavoro è davvero strano.
Ho iniziato a lavorare a gennaio come consulente esterno per una piccola software house di Roma (e voglio essere gentile nel definirla software house)*: non esisteva il concetto di “analisi”, non esisteva il concetto di “documentazione”, non esisteva il concetto di “collaborazione”.
Il risultato è stato che, ad oggi, devono ancora pagare una fattura dal mese di maggio (se non faccio male i calcoli si parla di circa 7 mesi di ritardo). In realtà, ho emesso nei loro confronti 3 fatture nel mese di maggio: due di queste regolarmente pagate (a 60gg) ed una ancora dormiente. La motivazione? Sconosciuta.

Ho provato a contattarli tramite mail – nessuna risposta.
Ho provato a contattarli tramite telefono – nessuna risposta.
Ho inviato loro una raccomandata a/r – nessuna risposta.
Li ho fatti contattare tramite avvocato – nessuna risposta.

Non restano che le vie legali.
Peccato che mi si sia lasciato intendere che io questi soldi non li vedrò mai.
Eppure ho regolarmente pagato l’iva allo stato. Eppure ho pagato regolarmente le tasse allo stato.

Interrotto il rapporto, decido di cambiare lavoro* e anche qui i soliti problemi: se e quando ti pagano, si parla sempre di minimo 60 giorni.

La mia ragazza lavora in nero, viene pagata regolarmente a fine giornata senza sgarrare.
Io lavoro con contratto, a partita iva, pago le tasse, pago l’iva, ma non vengo pagato (e quando succede, ripeto, sono sempre tempi molto molto dilatati).

C’è qualcosa che non torna in questo stato, non credete?
Non è un problema di crisi o di mancanza di fondi: ciò che vedo è che molti stanno usando il “fattore crisi” per pararsi un pò il culo. I soldi ci sono, peccato siano usati male, che i soliti noti se li mangino per cui il tutto si ritorca sul sistema.

A me pare, più che altro, che lo stato mi costringa a fare il dipendente di qualcuno, sebbene io abbia il diritto di poter avere un sogno e cercare di realizzarlo. A me pare che lo stato mi stia invitando a comportamenti sempre più illegali, sconfinanti anche nel lavoro in nero. Cioè fatemi capire: io lavoro, rispetto le consegne, ma non vengo pagato. Dov’è il tassello mancante?

*: su consiglio del mio avvocato di fiducia, evito di fare il nome, sebbene sia facilmente recuperabile nel caso in cui sarete bravi ad imboccare la strada giusta

Related Posts:

Thunderbird non legge gli allegati di Outlook 2007: winmail.dat

Da un paio di giorni comunico via mail con una persona che utilizza Outlook 2007, quale client di posta predefinito. La particolarità è che Thunderbird pare non riesca a leggere gli allegati inviati da Outlook 2007, presentandoli con un anonimo file winmail.dat.

Il problema dell’allegato winmail.dat è un problema noto dovuto a:

The Microsoft Outlook e-mail program sometimes sends e-mails in the Transport Neutral Encapsulation Format (TNEF). Most other e-mail programs, including Thunderbird, do not understand TNEF.

If your e-mail program doesn’t understand TNEF, instead of seeing the e-mail and/or attachment, you may only see an attachment named “winmail.dat” or “Part 1.2” that you cannot open. Also, sometimes you may receive a TNEF attachment with a generic name such as ATT00008.dat or ATT00005.eml instead.

Il TNEF è un formato proprietario utilizzato per “pacchettizzare” i messaggi di posta da inviare. Per maggiori informazioni sul formato TNEF, leggere il KB241538 sul sito microsoft.

Esistono 3 strade per risolvere il problema:
1. Disattivare l’invio del formato TNEF dal client Outlook 2007;
2. Utilizzare un’applicazione esterna per consentire a Thunderbird di leggerne gli allegati
3. Non usare Outlook 2007

Related Posts:

Serie A 15° giornata: Reggina-Bologna

Era la partita che poteva tirarci fuori dalla zona retrocessione e farci rifiatare per un paio di giorni.

Era la partita della rivincita: sì, perchè tutti hanno forse troppo in fretta dimenticato Gazzoni ed i problemi creatici [che poi, se vogliamo proprio dirla tutta, problemi dovuti a Lillo Foti e dei quali paghiamo costantemente pegno].

E invece siamo, qui a gioire, quasi, per un pareggio che, a me personalmente, va più che stretto.

Potevamo vincere tranquillamente, il bologna non ha dato questa grande prova di strapotere [a parte Mudingaiy], giocava fuori casa e doveva avere paura. Invece ha avuto due occasioni nidite: sulla prima la difesa dormiva, sulla seconda ci ha pensato il portierone reggino a prendere un gol sul suo palo, degno del miglior Belardi, poi nulla più.

Ieri abbiamo dimostrato per l’ennesima volta che siamo una squadra mediocre, allenata da un uomo mediocre e portata avanti da un presidente mediocre.

Una mentalità pessima, una mentalità che ci porta ad accontentarci sempre e comunque, piuttosto che a cercare di raggiungere sempre nuovi obiettivi. Mentalità figlia della terra che ci ha dato i natali. Mentalità dalla quale difficilmente ci potremo scollare, anche e soprattutto in considerazione del fatto che poi, i “giornalisti” reggini scrivono certi commenti sulla partita, non si capisce se nella spasmodica ricerca del “bicchiere mezzo pieno” o nella classica figura di chi deve sempre e comunque difendere l’operato del sig. Lillo Foti.

Questa mentalità ha portato alla sostituzione di un calciatore che finora ha segnato 7 gol, giocando una partita sì ed una no, quando, invece, si poteva benissimo sostituire l’insostituibile capitano, quello che, a prescindere dagli allenatori, deve giocare sempre e comunque, anche quando, come ieri, aveva sicuramente più senso farlo sedere in panca; ieri il pubblico si è lamentato, ha fischiato le scelte dell’allenatore e credo non succedesse da millenni – un piccolo bagliore in un tetro buio di nullità.

Related Posts:

Il meglio della settimana #13

I post più cliccati della settimana:

Accenture Technology Solutions: la mia esperienza sul colloquio di lavoro con Accenture Technology Solutions;

HTC HD;

Windows Live Messenger errore 80048831: come risolverlo

Cambiare la conver al Nokia N73: tutorial dove spiego come cambiare la cover dell’n73;

Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

Related Posts:

Sarkozy incontra il Dalai Lama

Nel 2007 Prodi non incontrò il Dalai Lama – troppo rischioso. Venne in Italia e dovette incontrare i [pochi] politici di nascosto.

Nel 2008 Sarkozy incontra ufficialmente il Dalai Lama. Il messaggio è chiaro: l’agenda politica non la sceglie la Cina, ma la Francia.

Questione di stile

Related Posts:

Google Reader cambia grafica

Come ogni mattina, dopo aver letto i giornali – sebbene ci dedichi sempre meno tempo – mi collego a google reader per leggere le centinaia di blog del mio feed reader.

Bene, la sorpresa è che google reader ha cambiato grafica. A primo acchitto mi pare sia più lento e meno leggibile di prima.
Però in questo giudizio di massima incide sicuramente l’abitudine nell’utilizzo del vecchio layout.

Vediamo cosa succede nel prosieguo della giornata

Related Posts:

Berlusconi e l’aumento dell’iva a Sky: la conferma di Prodi

Oggi Romano Prodi, intervistato da Sergio Rizzo del Corriere della Sera, conferma ciò che ieri era stato anticipato da Tremonti.

Bene.

Di tutto quell’articolo, dal quale per l’ennesima volta il PD esce facendo una magra figura, mi ha colpito questa frase dell’onnipresente Visco:

è che ogni volta che si deve fare una manovra economica viene compilato un elenco delle cose sulle quali si potrebbe agire.
E storicamente c’è l’aumento dell’Iva sulle televisioni a pagamento. Gli uffici mi hanno sottoposto più volte questa eventualità, ma ho sempre rifiutato di farlo, considerando inopportuno adottare una norma che colpisse nella sostanza una sola azienda

Ma è normale che in un paese pseudo-industrializzato, ci sia un solo gestore della televisione satellitare? Ci si lamenta tanto del conflitto di interessi, del fatto che Berlusconi abbia in mano tutta l’informazione italiana, però non si dice mai che nel particolare contesto del satellite, esiste un monopolio incontrastato dove la società che ne detiene il potere fa il bello ed il cattivo tempo.

Related Posts:

Il caso: Berlusconi e l’aumento dell’iva a Sky

Qualche giorno addietro avevo già commentato la notizia secondo la quale pare, oramai ufficialmente, che il governo, nella persona del “proprietario” di Mediaset, abbia intenzione di aumentare (leggasi raddoppiare) l’iva al primo (e unico) fornitore di servizi televisivi su piattaforma satellitare [l’iva passerà dall’attuale 10 al futuro 20%].

In questi giorni, dimenticati i problemi veri di questo paese (villari in testa – sempre che sia un reale problema), non si fa che parlare d’altro, soprattutto in considerazione del fatto che in ballo ci sono le reti televisive attualmente più seguite da questo popolo di pecoroni lobotomizzati.

Gli attori di questo ennesimo processo mediatico sono essenzialmente tre: Berlusconi, in qualità di premier e “proprietario” mediaset, Murdoch, in qualità di proprietario di Sky ed infine noi consumatori lobotomizzati.

Personalmente lo spot di Sky mi ha dato una strana sensazione, ricordandomi “1984” di Orwell; bisogna, tuttavia, contestualizzare i punti di vista.

Sky dice “fino a oggi abbiamo pagato l’iva al 10%, perchè dobbiamo ridurre i nostri profitti? aumenteremo il costo degli abbonamenti” – leggittimo.
Berlusconi dice “perchè tutti devono pagare l’iva al 20%, mentre voi fate i privilegiati?” – altrettanto giusto.

E i consumatori? Sicuramente sono quelli che ci perderanno, nel senso che si vedranno aumentare, per una ragione o l’altra, il costo dell’abbonamento. Qui vorrei aprire una parentesi: teoricamente non posso disdire il contratto con sky, se non pagando una penale (non conosco l’ammontare esatto); la disdetta è, praticamente, l’unica arma in mio possesso per far sentire la mia voce (da qui gli spot di sky – come un cane che si morde la coda).

Paradossalmente, tendo ad essere contro sky, soprattutto per il rapporto che ha avuto in questi anni con i suoi clienti (me incluso). Ci ha alzato indiscriminatamente il costo mensile dell’abbonamento aumentando, contestualmente, il numero di spot pubblicitari durante gli eventi di punta (vogliamo parlare della pubblicità che compare in sovraimpressione, ad esempio, durante le partite?!) senza che noi potessimo dire nè “ah” nè “bah” – ricordo anche che non avendo un numero verde, l’unica strada per contattarli resta l’199 [a pagamento].

Per cui, io sarei daccordissimo con l’aumentare l’iva a sky se non fosse per il “piccolissimo” dettaglio che berlusconi fa la doppia parte di proprietario e premier, il che mi fa pensare che tutti lasceranno sky per andare a farsi le schede di mediaset premium.
Ricordo che sky è un lusso, nel senso che non è uno di quei servizi generici di base (vedi acqua, luce e gas) per cui non è detto che, in un momento di “crisi”, lo si debba sottoscrivere tutti.

Postilla: questa situazione è ottimale per i presidenti e proprietari delle varie squadre di calcio per cercare di riportare i tifosi allo stadio. E voi ci credete?

Related Posts:

Il meglio della settimana #12

I post più cliccati della settimana:

HTC HD;

Windows Live Messenger errore 80048831: come risolverlo

Cambiare la conver al Nokia N73: tutorial dove spiego come cambiare la cover dell’n73;

Google Toolbar Chrome: si rileva l’impossibilità ad utilizzare il servizio Google Toolbar in Google Chrome, il nuovo browser distribuito da Google;

I debiti dell’inter

Related Posts: