Serie A 15° giornata: Reggina-Bologna

Era la partita che poteva tirarci fuori dalla zona retrocessione e farci rifiatare per un paio di giorni.

Era la partita della rivincita: sì, perchè tutti hanno forse troppo in fretta dimenticato Gazzoni ed i problemi creatici [che poi, se vogliamo proprio dirla tutta, problemi dovuti a Lillo Foti e dei quali paghiamo costantemente pegno].

E invece siamo, qui a gioire, quasi, per un pareggio che, a me personalmente, va più che stretto.

Potevamo vincere tranquillamente, il bologna non ha dato questa grande prova di strapotere [a parte Mudingaiy], giocava fuori casa e doveva avere paura. Invece ha avuto due occasioni nidite: sulla prima la difesa dormiva, sulla seconda ci ha pensato il portierone reggino a prendere un gol sul suo palo, degno del miglior Belardi, poi nulla più.

Ieri abbiamo dimostrato per l’ennesima volta che siamo una squadra mediocre, allenata da un uomo mediocre e portata avanti da un presidente mediocre.

Una mentalità pessima, una mentalità che ci porta ad accontentarci sempre e comunque, piuttosto che a cercare di raggiungere sempre nuovi obiettivi. Mentalità figlia della terra che ci ha dato i natali. Mentalità dalla quale difficilmente ci potremo scollare, anche e soprattutto in considerazione del fatto che poi, i “giornalisti” reggini scrivono certi commenti sulla partita, non si capisce se nella spasmodica ricerca del “bicchiere mezzo pieno” o nella classica figura di chi deve sempre e comunque difendere l’operato del sig. Lillo Foti.

Questa mentalità ha portato alla sostituzione di un calciatore che finora ha segnato 7 gol, giocando una partita sì ed una no, quando, invece, si poteva benissimo sostituire l’insostituibile capitano, quello che, a prescindere dagli allenatori, deve giocare sempre e comunque, anche quando, come ieri, aveva sicuramente più senso farlo sedere in panca; ieri il pubblico si è lamentato, ha fischiato le scelte dell’allenatore e credo non succedesse da millenni – un piccolo bagliore in un tetro buio di nullità.

Related Posts: