Roma: Lancio di Windows 7, percorso sviluppatori

Sono passati oramai 3 giorni dal lancio romano di Windows7 ed io, ahimè, trovo tempo solo ora di poterne parlare.
Per chi segue la blogsfera, sicuramente sarà a conoscenza delle opinioni di Luca Sartoni in merito al lancio-show milanese di Windows 7, delle repliche della Microsoft, delle contro-repliche di Luca e di ciò che pensa Antonio Patti su questa vicenda.

Il lancio romano è stato molto meno show è molto più descrizione delle nuove funzionalità di Windows 7. In linea generale, ma c’era da aspettarselo, seppur partecipando al percorso ‘sviluppatori’, la mattinata è stata molto commerciale e generica, per cui molto fumo e poco arrosto.

Giusto il tempo di capire che, eliminando tutte le chicche grafiche di Windows 7, utili fino ad un certo punto, le due più grandi novità sono:

– possibilità di lanciare applicazioni virtualizzate in XP Mode;
– la tray bar, che mi pare di capire non sia esattamente come OSX, ma una sua evoluzione, considerato che raggruppa tutte le applicazione in esecuzione evidenziandone lo stato con un overlay sull’icona.

Nel pomeriggio si sono susseguiti una serie di talk a cura di Pietro Brambati (windows 7 e .NET), Lorenzo Barbieri (Visual studio 2010 e .NET Framework 4) e Giuseppe Guerrasio (Windows Azure).

Parecchio interessante è stato tra tutti l’intervento di Lorenzo Barbieri che, nello spiegare le nuove caratteristiche di Visual Studio 2010 si è soffermato soprattutto su Team Foundation Server 2010 (netta evoluzione rispetto al passato) e sulla nuova feature IntelliTrace che sicuramente cambierà il modo e l’approccio degli sviluppatori nella correzione dei vari bug.

Personalmente, rispetto all’intervento di Luca, ho avuto l’impressione di grossa ridimensione da parte di Microsoft nell’organizzazione generale di questi eventi. Ricordo che quando mi ci recavo a Bologna, si parlava di pranzi luculliani nei vari hotel che ospitavano i partecipanti, nell’occasione descritta ci si è limitati a consegnare un sacchetto picnic con due tramezzini, una crostatina ed una banana all’interno -segno anche questo dellla crisi in atto.

Related Posts:

ASP.NET v3.5 v2.0 IIS 5.1 Impossibile accedere al metabase IIS

Oggi sono incappato in questo errore che, ovviamente, mi ha fatto perdere un’ora di lavoro.

L’account di processo utilizzato per eseguire ASP.NET deve avere accesso in lettura al metabase IIS

Dopo alcune ricerche su Google, sono riuscito a risalire al problema. Per risolverlo, è sufficiente eseguire il comando

1
aspnet_regiis.exe -i

Related Posts:

Sul caso Marrazzo

Che Marrazzo vada a Trans poco mi frega. Che lo faccia con le auto blu già inizia ad infastidirmi.

Che poi Signorini, essere “senziente” ospite di praticamente tutte le trasmissioni mediaset, nonchè direttore di Chi, contatti Berlusconi per chiedere cosa fare sul materiale foto/video propostogli, mi infastidisce di più.

Ma che tutto ciò avvenga nella famosa via Gradoli, luogo del covo delle BR al tempo del sequestro Moro, beh questo è proprio uno “scherzo del destino”

Related Posts:

  • Nessun post correlato

Windows Vista: aggiornare da Home Premium SP1 ad Ultimate SP1

Uno dei problemi che ho avuto, successivamente all’acquisto del portatile DELL, è stato quello di dover aggiornare la distribuzione Windows Vista Home Premium SP1 preinstallata, verso Windows Vista Ultimate SP1 – questo perchè, per chi sviluppa software (soprattutto in ambito web asp.net), la Home Premium presenta notevoli limitazioni*.

Per prima cosa, quindi, ho cercato di acquistare una licenza di Windows Vista Ultimate che mi consentisse poi di scaricare la distribuzione da Internet. Purtroppo, lo store italiano della Microsoft, non fornisce questa possibilità, costringendo all’acquisto tramite reseller esterni.

Decido quindi di recarmi sullo store internazionale, dove effettivamente acquisto una licenza di upgrade a Windows Vista Ultimate SP1 con pochissimi passaggi e soprattutto con la possibilità di scaricare i dischi di installazione. Una volta effettuato l’acquisto, ricevo una mail di conferma, il codice della licenza e i link per poter effettuare il download.

Tutto bene, se non che, all’atto della fase di upgrade del sistema operativo, salta fuori questo errore:

Error message that the existing installation is of a different language then what I’m attempting to install, upgrade can not continue. I need to boot off the CD and select upgrade existing operating system.

Assurdo penso. Com’è possibile che non si possa aggioranre un sistema operativo sebbene questo abbia una lingua di installazione diversa!?

Decido quindi di chiamare il numero verde (che poi tanto verde non è) di Microsoft Italia per chiedere spiegazioni. Peccato che loro non forniscano supporto su tali problematiche, affermando che in Italia si può acquistare licenza solo tramite reseller esterni e che non è loro responsabilità.

Tralascio tutta la trafila della richiesta di refund (che spiegherò magari a parte) che ovviamente non ho avuto.

Scelgo la strada standard. Scarico da torrent una versione non originale di Windows Vista Home Premium SP1, la installo senza troppi problemi, dopodichè utilizzo la licenza di aggiornamento acquistata per poi ritorvarmi un sistema operativo originale e perfettamente funzionante. Ultimo passaggio il cambio di lingua: scopro infatti che esistono dei language pack per Windows Vista che consentono di installare, e quindi personalizzare, la lingua del proprio sistema operativo.

Vista l’efficienza di Microsoft nel vendere, e la sua inefficienza nel non rimborsare, cos’altro avrei dovuto fare?! Perdere i 200 e passa euro che ho pagato (e subito) per l’acquisto della licenza di aggiornamento?

*: Nel mio caso,l’impossibilità di installare Microsoft Reporting Server

Related Posts:

Serie A 8° giornata 17/10/2009: Genoa vs Inter 0-5

Onore ai tifosi del Genoa. E’ spettacolare vedere una curva tifare così, pur se la sua amata perde 5 a 0 in casa.

Mai visto nulla del genere: ottimo esempio di cosa voglia dire “tifare la maglia”

Related Posts:

La Banca del Mezzogiorno

Signori e signori preparatevi: altra pioggia di soldi sul deleritto sud. Soldi che sicuramente finiranno nelle tasche dei soliti noti.

Tuttavia, non so se mi fa più paura che, per l’ennesima volta, lo Stato pensi di aiutare il sud regalando soldi, o sentire il ministro, della nostra disastrata economia, affermare:

Lo Stato avrà il ruolo del socio promotore. Ma la Banca del Mezzogiorno non può diventare “un carrozzone” anche perchè l’Unione europea non lo consente. Ora – ha aggiunto Tremonti – anche resistenze preconcette su questa iniziativa vengono meno. In sede Abi e Confindustria c’è apprezzamento crescente».

«È un ruolo da definire, stiamo studiando, ma un ruolo molto importante nella Banca del Mezzogiorno lo può avere Poste Spa

Related Posts:

Dell 1340: inizia lo switch off

Ho acquistato un DELL XPS Studio 13 [1340].

Ed è un fatto abbastanza rilevante considerato che mando in pensione il mio Sony Vaio dopo 3 anni di onoratissima carriera. Il vaio era ed è praticamente nuovo, manca giusto la ram (2GB non sono più sufficienti) e disco (stesso dicasi per 100GB di hdd).

Scegliere di cambiare marca è stata davvero dura, nulla, se non il prezzo, mi avrebbe spinto a farlo. Tuttavia, acquistare l’analogo del mio vgn-sz3, avrebbe voluto dire spendere 3mila euro (circa). Con poco meno della metà, sono riuscito a personalizzare un XPS con le seguenti caratteristiche (principali):

CPU: Intel Core 2 Duo P9600(2.66GHz,1066MHz,6MB)
RAM : 6144MB (1×2048 + 1×4096) 1067MHz DDR3 Dual Channel
Disco rigido : 500GB Free Fall Sensor (7.200rpm)
Scheda Video : 256MB nVidia 9500m graphics card

Related Posts:

Premio Nobel per la pace a Barack Obama

Leggo su friendfeed che Obama ha appena vinto il premio Nobel per la Pace.
Motivazione?

Nella motivazione vengono citati i suoi sforzi volti a ridurre gli arsenali nucleari e a rilanciare i processi diplomatici per la pace.

non ho mai sentito di un premio nobel attribuito alle intenzioni più che ai fatti concreti. Possibile che lo scenario mondiale non offrisse nulla di meglio?! (povero berlusconi, l’avrà presa malissimo)

Related Posts:

Bossi trascina il popolo

… ma quale popolo? la padania?

Ma per cortesia!

Mi chiedo come possano consentirgli di dire certe cose, soprattutto alla luce delle prossime decisioni della consulta. Ma rinchiuderlo in un ospedale psichiatrico ?!

Related Posts:

Dedicato ad Antonello Venditti

Con Antonello Venditti ci son cresciuto. Eppure mi mancava che fosse così stupido ed ignorante.

Ragionando, non so se è più stupido lui a pensare e/o dire queste cose, i siciliani che lo applaudono o la “femmina” (perchè posso solo disprezzarla) che gli grida “bravo”.

Ok, in Calabria non avremo nulla. La mia terra sarà pure assimilabile ad uno qualsiasi dei paesi del terzo mondo, ma da qui a dire che è in Sicilia che c’è la vera cultura, al contrario della Calabria, ce ne passa! Una su tutte: ma Venditti ha mai sentito parlare della Magna Grecia?!

Related Posts:

Lo scudo dei 29

Che lo scudo fiscale sia passato anche grazie all’assenza di 29 deputati dell’opposizione, è cosa nota [da non confondere con “cosa nostra”].

Che anche l’opposizione abbia interessi economici e, conseguentemente, ci si possa ritrovare una qualche motivazione nella casuale assenza di questi 29 personaggi, è cosa altrettanto nota [sempre da non confondere con “cosa nostra”].

Interessante leggere le scuse addotte per l’assenza alla votazione sullo scudo fiscale.

Ricordo i nomi degli assenti:

Aurelio Misiti (Idv) ; Paola Binetti (Pd); Enzo Carra (Pd); Lucia Codurelli (Pd); Stefano Esposito (Pd); Oriano Giovanelli (Pd); Marianna Madia (Pd); Sergio D’Antoni (Pd); Ileana Argentin (Pd); Antonio La Forgia (Pd); Giuseppe Fioroni (Pd); Angelo Capodicasa (Pd); Margherita Mastromauro (Pd); Massimo Pompili (Pd); Fabio Porta (Pd); Giamomo Portas (Pd); Linda Lanzillotta (Pd); Giovanna Melandri (Pd); Lapo Pistelli(Pd); Antonio Gaglione (Pd); Gino Bucchino (Pd); Dario Ginefra (Pd) Gero Grassi (Pd)

Potete trovare la lista dei parlamentari appena elencati, anche a questo indirizzo.

Related Posts:

Minzolini ed il TG1: diversi punti di vista

Riporto i diversi titoli di Repubblica.it e de ilGiornale.it:

Tg1, scontro sull’informazione
Mare di mail agita Saxa Rubra
Polemica in Rai dopo l’editoriale di Minzolini (video) sulla manifestazione. Protestano molti telespettatori. Anche i “falchi” chiedono moderazione

e

Se i censori ora censurano Minzolini

I giornalisti “democratici” in piazza per la “libertà di stampa”, ma vogliono costringere al silenzio il direttore del Tg1. Colpevole di aver detto la sua opinione: “Manifestazione di Roma incomprensibile”. Il sindacato di redazione attacca: “Perso l’equlibrio”. La replica: “Ecco chi è intollerante”

Indovinate qual è repubblica e quale estratto è de ilGiornale.

Related Posts:

Microsoft Visual Studio 2005: usare i dataset su SQL Server 2008

Per chi ancora nel 2009 si dovesse trovare ad utilizzare i dataset ed eventualmente in concomitanza con SQL Server 2008, potrebbe vedere questo errore in Visual Studio 2005, all’atto del tentativo di creazione di un TableAdapter:

“This server version is not supported. Only servers up to Microsoft SQL Server 2005 are supported.”

Per risolvere il problema, basta installare questa patch: VS80sp1-KB954961-X86-INTL

Grazie a Manuel per la segnalazione.

Related Posts:

Gli zingari ad Eur Palasport

Quella degli zingari ed, in generale, dei parcheggiatori abusivi, è una piaga della città eterna che non riuscirò mai a comprendere appieno.

Oggi noto con dispiacere che i parcheggiatori abusivi [zingari] sono giunti pure in zona Eur Palasport, dove devi pagare 4 euro per poter parcheggiare sulle strisce blu e dove quotidianamente il municipio EUR fa cassa con centinaia e centinaia di multe.

Ora vorrei capire: a chi bisogna rivolgersi per evitare incresciosi problemi?!

Related Posts: