Bertolaso ministro

Leggo che mister b promuoverà mister b2 (altresì conosciuto come bertolaso) a ministro per il suo impegno ed i suoi exploit nei dieci mesi da sottosegretario.

Tralascio che è già stato nominato commissario straordinario a destra e manca in italia.
Tralascio che è attualmente presidente della SPA Protezione Civile (immagino con uno stipendio bello corposo).

Non mi è ben chiaro il motivo per cui lo si debba promuovere e soprattutto perchè noi italiani dovremmo pagare un altro stipendio ministeriale, con tutto lo staff che ne consegue, un’altra pensione ministeriale ecc. ecc.

Mi spacco il culo tutto il giorno, 365 giorni l’anno, compresi Natale e capodanno e nessuno mai mi ha dato un benefit o un premio produzione o un incentivo di qualsivoglia tipologia.

In questo paese c’è gente che come me si spacca il culo dalla mattina alla sera e non arriva nemmeno a fine mese.

C’è poi gente disperata, oltre 2 milioni di disoccupati, che il lavoro l’hanno perso e che sono per una strada.
Non so loro come la prenderanno, ma io questa nomina la vedo come l’ennesima porcata e presa in giro dello stato

Related Posts:

La carta di credito del Ministro Prestigiacomo

In attesa del quarto di finale Inter-Juve stavo guardando il Tg2 (giusto per capire cosa il sistema sta passando agli italiani).

Si parlava di caccia e della famosa legge tanto criticata dalla prestigiacomo.
Una volta finito il servizio, la giornalista butta lì una notizia: “la ministro prestigiacomo ha usato la carta di credito ministeriale correttamente”.

cosa, cosa? e questa notizia da dove salta fuori? Chi ne aveva mai sentito parlare.
Oggi scopro, tramite il sito del Corriere della Sera, che la signora ministro era indagata per peculato dal tribunale dei ministri a causa di un’intercettazione telefonica in cui alcuni dipendenti ministeriali parlavano di acquisti di abiti e pelletteria fatti dalla prestigiacomo utilizzando la carta di credito ministeriale.

innocente, quindi.
Conoscendo però la Casta, qualche dubbio mi sovviene …

Related Posts:

Assistenza DELL: evoluzioni

La settimana scorsa postai relativamente ad un problema con l’assistenza DELL.

Ho ricontattato l’assistenza per far presente il problema e, contestualmente, ho anche compilato il questionario inviatomi direttamente da DELL, al fine di valutare la qualità del loro servizio.

Devo effettivamente ammettere che, nonostante la scarsa qualità del primo pezzo, l’assistenza DELL si è sicuramente contraddistinta rispetto alle altre: puntualità e velocità nel risolvere il problema; cura della satisfaction del cliente ed attenzione e cortesia nel momento in cui lamentavo del problema riscontrato.

Ad oggi, ho una tastiera nuova di zecca e sono sempre più soddisfatto di aver acquistato un DELL 🙂

Related Posts:

Linkedin: offerte indiane

Recentemente ho ricevuto questo messaggio sulla posta del mio account Linkedin:

Date: 1/22/2010
Subject: can we connect through Skype
Hi There,

I was going through your profile, am I right in saying that you are into programming services and might confront with some iPhone or Web Dev. Programming Work. Well, I Own www.xxxxxx.com ( into web/graphics/SEO) and our Partners YYY, www.yyyyy.com ( A highly competent team from India’s best technology institutes with published iPhone apps & multiple mobile applications for other operating systems ).

We wanted to touch base with you , to figure out if we could be of any assistance to you. Our resources could do a good job at probably half the price you are paying now.

Some links in you could review

[cut]

You could download our Corporate Presentation

Presentation at the link http://www.xxxxxx.com/portfolio.html .

You could also review iPhone and other documents here. This is a new concept in the pipeline which we intend to launch very soon.

I am available on skype as xxxxxx, Let me know if we can connect.

Please accept my sincere Apologies if this came across as spam to you.

Thanks,
mr.X
COO at xxxxxx

In questo caso dobbiamo parlare di spam o di reale problema per tutti noi che lavoriamo nell’IT?

ps: nome del CEO, nome della società e siti web vari sono stati omessi (come anche i link).

Related Posts:

Benvenuto Presidente

benvenuto presidente napolitano, l’anti-stato l’ha accolta così.

non commento il fatto, non mi interessa nemmeno più di tanto. Scrivo ciò che penso e sento da calabrese fuori sede.

La mia terra l’avete abbandonata per vostri tornaconti personali, anche se forse sarebbe più corretto dire che non ci siete proprio mai stati. L’anti-stato aiutava la gente quando ancora non esisteva il concetto di ‘Italia’; l’anti-stato ha aiutato gli americani a “liberarci” durante la seconda guerra mondiale.

Potrei continuare per ore a scrivere, ma lo spazio è limitato ed oltretutto tenderei ad essere tedioso.

Le dico presidente cosa ho pensato quando ho letto la notizia della sua discesa all’inferno: “che presa per il culo”. Si è una presa per il culo.

Lei viene a Reggio Calabria, tutti si prodigano a ripulire la città per farle vedere ciò che non è. Asfaltano le strade che percorrerà (così almeno per un motivo i reggini saranno pure felici della sua venuta). Farà (ed ha fatto) i suoi bei discorsetti da politici benpensanti, per poi rimettersi sull’aereo e tornarsene nella capitale.

E poi però la gente ci resta in quel posto. La gente lo vive l’anti-stato. La gente calabrese che deve calare la testa tutti i giorni della sua fottuta vita. Ma tanto a quale politico potrà mai fregare?

Related Posts:

Assistenza DELL

E’ successo che qualche mese è letteralmente saltato il tasto ‘6’ del mio DELL.
Fatto di per sè già strano, ma ancora più allucinante è ciò che è successo stamattina.

Contatto l’assistenza nel mese di dicembre e scopro che, per certi versi giustamente, non è possibile fissare un appuntamento con cadenza superiore ai 2/3 giorni. Al tempo ero fuori Roma, per cui decido di ricontattarli al mio ritorno.

Tuttavia, sommerso da una montagna di lavoro, me ne dimentico. Mi ricontatta il servizio di assistenza tecnica della DELL e fissiamo un appuntamento per la giornata di oggi (mattinata).

Arriva il tecnico, smonta tutto il portatile, apre la scatola della tastiera nuova (sigillata) e … sorpresa delle sorprese, il tasto ‘fn’ era rotto … Decido comunque di far montare la tastiera: alla fine, il taso ‘6’ è ben più importante dell’ fn …

Tuttavia è disarmante di come il loro processo produttivo/industriale possa far passare un pezzo rotto.
stay tuned

Related Posts:

La rivolta degli immigrati a Rosarno

8 Gennaio 2010: Rivolta a Rosarno

16 immigrati feriti
18 forze dell’ordine feriti
7 immigrati arrestati
1 italiano arrestato

La situazione è ben più preoccupante di ciò che riportano i giornali, anche e soprattutto alla luce della realtà della mia terra. Per un paese che si fa vanto di sedere al G8, è scandaloso doversi trovare a fronteggiare queste situazioni.

Da stamattina è tutto un susseguirsi di notizie e dichiarazioni di politici dell’uno e dell’altro schieramento: politici che hanno visto servito su di un piatto d’argento la possibilità di portare acqua al proprio mulino in vista delle elezioni regionali.

Sono un cittadino, sono calabrese e, con un pizzico di presunzione, credo di conoscere molto bene la realtà calabrese. Questo mi porta a pensare, ahimè, che questa rivolta degli immigrati a Rosarno porterà conseguenze ben più gravi quando i riflettori si spegneranno.

Gli immigrati, oggi, hanno avuto il coraggio e la disperazione che noi calabresi non abbiamo avuto. Durante la mia fanciullezza, negli anni 80, furono uccisi oltre mille calabresi durante la seconda guerra di mafia.

Ci furono marce di protesta è vero.
Però nessun calabrese si azzardò ad oltrepassare quel limite che poi porta alla cieca violenza. Ed oggi, quel comportamento, a cosa ha portato? Ci ritroviamo tutti sempre più soggiogati dal potere della ‘ndrangheta (se è vero, come afferma Confcommercio, che su 10 negozi, 8 pagano il pizzo ed i restanti 2 sono di proprietà della ‘ndrangheta stessa).

Gli immigrati ci stanno fornendo un esempio di cosa voglia dire lottare per ottenere delle condizioni di vita migliore. Ci stanno dimostrando cosa voglia veramente dire cercare di avere l’opportunità di potersi costruire un futuro.

Non siamo stati capaci di integrarli, di dar loro una casa come le nostre (grandi, accoglienti, magari anche con il caminetto acceso), di dar loro un posto dove vivere e lavorare con serenità. Noi, che viviamo del frutto dell’agricoltura, che li sfruttiamo come bestie, perchè ci costano poco. Loro se ne andranno e noi chi porteremo a raccogliere arance, mandarini e frutti di ogni tipo dalle nostre terre? I nostri figli, che nel frattempo abbiamo mandato fuori a studiare?

Ricordo a tutti voi che esistono casi come quello di Riace dove gli immigrati si sono integrati perfettamente, dando nuovo lustro sia alla cittadina sia al suo tessuto economico.

Un futuro migliore è possibile per tutti ed è questo l’obiettivo che deve essere comune.

Related Posts:

Maroni e Alfano a Reggio Calabria, rivolta degli immigrati a Rosarno

Mentre i due ministri, in rappresentanza dello stato, scendono fino a Reggio Calabria (chiaramente in aereo) e ci prendono palesemente per il culo, a Rosarno a soli 60 km di distanza, gli immigrati, rinchiusi come bestie in gabbia dallo sfruttamento nei lavori dei campi, si ribellano distruggendo tutto quello che incontrano per strada

Due facce della stessa calabria

Related Posts:

Partita IVA: Niente assistenzialismo, vogliamo solo le giuste tutele

Punto di vista condivisibile di Giuseppe Lupoi Presidente Colap (Coordinamento libere associazioni professionali):

Il professionista associativo viene equiparato al lavoratore para subordinato e sottoposto ad un prelievo contributivo di circa il 26 per cento, interamente a suo carico, in cambio servizi prestati del tutto insufficienti: non ha la tutela degli altri lavoratori come malattia, infortunio, maternità, disoccupazione, formazione e un futuro pensionistico dignitoso.

Onestamente, ci viene difficile riconoscerci, per queste richieste, come quelli che vogliono tutele di Stato!

Related Posts:

Balotelli: Il pubblico di Verona mi fa sempre più schifo

Balotelli nel post-partita di Chievo Inter del 6 gennaio 2010:

«Voglio dire una cosa: ogni volta che vengo qui a Verona mi rendo conto che questo pubblico mi fa sempre più schifo».

Chiaramente il popolo calciofilo/giornalista/politico ipocrita si è ribellato, prendendo le distanze da queste dichiarazioni.
Nei mesi passati tutti lo difendevano per i “buuu” razzisti e per i cori “non esiste un negro italiano” ed oggi che dice semplicemente ciò pensa …

Personalmente non ci vedo nulla di male.
Ricordando le trasferte a Bergamo, per vedere Atalanta-Reggina, l’epiteto più gentile con il quale ci si riferivano i bergamaschi era “africa” o “terroni”, sarebbe forse il caso di smetterla con quest’ipocrisia da quattro soldi e cercare di dare una risposta seria a questo problema (sempre che lo si voglia fare realmente).

Related Posts:

Diventa Dio in Windows 7 (Windows 7 God Mode)

Gira in rete un interessante Easter Egg per Windows 7, grazie al quale è possibile accedere rapidamente alle principali e più importanti configurazioni del nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

Per fare ciò, è sufficiente creare una directory, in un qualsiasi punto, con il seguente nome:

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Related Posts:

Iniziano i saldi .. ed è ressa!

Oggi sono iniziati ufficialmente i saldi e leggo che si son formate file pazzesche nella capitale, in direzione “outlet”.
Due osservazioni:

1. non capisco che senso possa avere farsi 10 km di coda in macchina, consumando benzina, inquinando e poi entrare in un centro commerciale per risparmiare quei 20/30 euro fittizi (che poi sono comunque soggetti a contro-prova);

2. i commercianti sono una categoria indifendibile. Si lamentano tutto l’anno della diminuzione delle vendite, per poi ritrovarsi nel periodo di saldi (con sconti anche del 50%) a piangere di nuovo delle scarse vendite, in un sistema dove il consumatore viene preso palesemente per i fondelli. Ma non avrebbe più senso diminuire i profitti quotidiani, di modo da vendere capi od oggetti a prezzo ribassato, giocando sull’aumento [certo] dei volumi di vendita?

Related Posts: