Paypal prepagata

Lessi per la prima volta della carta prepagata Paypal-Lottomatica, circuito Mastercard, sul blog di Napolux.

All’epoca avevo capito di aver fatto una cazzata a sottoscrivere una carta di credito a rimborso rateizzabile con l’istituto bancario cui affido i miei [pochi] averi. Troppo alti gli interessi.

Iniziai a valutare le varie carte prepagate disponibili sul mercato e scelsi di provare la paypal. Mi sembrava un giusto compromesso, anche se il limite di due ricariche giornaliere poteva essere troppo limitante.

Ad oggi la utilizzo attivamente da un paio di mesi e di problemi ne ho avuti a sufficienza.
Prescindendo dai problemi con Edreams, di cui parlerò [presto] in un altro post e dei soldi che mi hanno ingiustificatamente sottratto, in linea generale è inaccettabile dover telefonare ad un 199* per poter parlare con un opereatore. Come anche mi risulta aberrante il dover aspettare 48 ore per poter vedere i movimenti sulla mia carta e l’effettivo saldo contabile (ma qui, mi pare di capire che il discorso sia uguale per tutte le carte di credito).

Comunque, la comodità di questa carta è l’appartenere ad un circuito Mastercard, avere un costo di ricarica inferiore a quello di paypal e soprattutto non essere di proprietà di Poste italiane, il che già di suo è un gran bel vantaggio

Related Posts: