La vigilia della finale di Champions

Domani si giocherà una partita che i tifosi interisti aspettano da “soli” 50 anni. Ci sono due cose che non mi spiego, e forse ho tardato un pò a scriverlo.

La prima è che una settimana così particolare, che si aspetta da così tanto tempo, è stata vissuta in modo paradossale, parlando solo ed esclusivamente della partenza (oramai certa) dell’allenatore – praticamente si da per scontato che la champions verrà vinta. E’ incredibile come non si sia parlato della partita, ma solo della dipartita dell’allenatore più odiato d’italia e del suo “non sentirsi a casa”.

La seconda è una vicenda tutta italiana. A differenza del Bayern, che ha messo in vendita tutti i biglietti sul proprio sito web, l’Inter ha destinato solo 5 mila biglietti alla vendita diretta per i tifosi. I restanti sono stati destinati ad amici, compari, vip e politici vari. Non bastasse, i biglietti sono stati venduti in un unico punto, sperduto nella periferia milanese. Bel modo di far partecipare i propri tifosi ad un evento eccezionale.

Mi ero già lamentato in passato della gestione “tifosi” della società interista, noto con piacere che nulla è cambiato.

Related Posts: