ddl Gelmini ed il manifestare violento

Oggi si è svolta un ulteriore manifestazione di protesta, a seguito dei fatti del 14 dicembre 2010 (peraltro giorno del mio compleanno).

Oggi si è deciso di manifestare pacificamente, in modo alternativo – si è detto.

Nell’ultima settimana il popolo di questo paese ha dovuto vedere di tutto: 23 persone (perchè di questo si tratta alla sostanza dei fatti giuridici) che hanno metto a soqquadro la capitale italiana (Roma); un vice presidente del senato (la leghista Rosi Mauro) che approva emendamenti al ddl gelmini mentre in aula c’è il caos – quindi decidendo del futuro di un’intera generazione.

Mi chiedo e vi chiedo: ma voi che predicate tanto per la non violenza (vedi mr. Saviano), voi che predicate tanto che le manifestazioni non violente sono tanto più forti di quelle violente, come pensate che possa cambiare lo stato di questo paese ??

Related Posts:

30!

.. e non sentirli!
E’ stata, e finirà stasera, una lunga settimana di feste varie … per questo sono stato lontano dal blog.
Me ne scuso – soprattutto perchè in questi giorni sono successe tante cose di cui sicuramente arriverà il mio commento … (in particolare sui fatti di roma)

Related Posts:

  • Nessun post correlato

Accerchiamento WikiLeaks

I can use Visa and Mastercard to pay for porn and support anti-abortion fanatics, Prop 8 homophobic bigots, and the Ku Klux Klan. But I can’t use them or PayPal to support Wikileaks, transparency, the First Amendment, and true government reform.

(via Jeff Jarvis)

Personalmente, credo che l’accanimento di tutte molte società (Amazon, Paypal e via discorrendo) sia eccessivo rispetto a quanti dicono che alla fine sia solo gossip.
O nascondiamo altro?

Parvenze di libertà.

Related Posts:

Htc Desire Z: importare dati da Nokia E65

Girovagando tra le varie applicazioni messi a disposizione da HTC, ho scoperto che ne esiste una davvero interessante.
Si chiama “trasferisci dati”, è presente nel menu principale di android, e consente l’importazione dei dati da un elevato numero di dispositivi (blackberry, nokia, ecc. ecc.).

Nel mio caso, mi interessava importare i dati del calendario e gli sms dal mio “vecchio” nokia e65. L’applicativo guida l’utente tramite un semplice wizard che impone (spiegando come fare) l’attivazione del bluetooth sul dispositivo d’origine e lo aiuta nello stabilire una connessione tra i due dispositivi.

E’ tutto molto semplice – quasi impossibile sbagliarsi.
Alla fine del processo (la cui durata dipende fortemente dalla mole di dati da scambiare), avremo i vecchi dati sul nostro HTC.

ps: ho appena finito di importare tutti gli sms (circa 1.500) e devo dire che risponde molto bene nella loro navigazione – oltre che si è preoccupato di aggregarmeli per mittente.
Gran bel lavoro 🙂

Related Posts:

Htc Desire Z: la batteria

Il secondo punto della discordia è la batteria.
L’HTC Desire Z monta una batteria da 1300mAh.

Premessa dovuta è che non ho mai avuto uno smartphone per cui, a senso, penso che se lo uso per navigare su internet, fare foto, video in hd, giocare ad angry birds, sicuramente non posso pretendere che la batteria duri due giorni (d’altronde, sui nostri portatili quanto vi durano le batterie??).

Ed anche qui, i commenti iper-critici degli early adopters, che sostengono la tesi che la batteria non sia sufficiente senza averne un’esperienza diretta, risultano ovviamente basati sul nulla (se non loro opinioni personalissime – comprensibili ma non condivisibili).

Caricando la batteria di notte, il desire Z arriva tranquillamente a fine giornata, facendone un uso di questo tipo: tante telefonate, tanti sms, tanti tweet, continuamente collegato alla rete 3G – diciamo che circa 10 ore di attività le regge benissimo.

Anche io, come già un utente della community di telefonino.net, ho la sensazione che l’indicatore della batteria non sia ancora molto affidabile.
Difatti, scende rapidamente verso metà (modificandosi nel colore, da verde ad un giallo-arancione), ma successivamente impiega molto più tempo per scendere da metà livello alla soglia del 15% che di default è quella identificata da HTC come riserva (per cui vengono diminuite tutte le funzionalità di questo smartphone).

Related Posts:

HTC Desire Z: considerazioni varie

10 giorni.
Dieci giorni durante i quali la mia vita è rapidamente cambiata nel mio relazionarmi ad internet. Ho iniziato ad usare i vari strumenti 2.0 (delicious e twitter su tutti) in modo sicuramente più coinvolgente e carpendone [finalmente] le potenzialità.

Prima di acquistarlo ho attivamente frequentato molte comunità, in prevalenza quella di telefonino.net e di tecnophone (qui e qui)

Devo dire che sono rimasto parecchio deluso da entrambe. Gli utenti non ho ben capito cosa si aspettino, tutti giudicano e criticano senza avere un minimo di cognizione tecnica. Si parla come se si fosse degli esperti ed invece si è solamente delle persone disposte a spendere più di altre per acquistare un dispositivo di nuova generazione (early adopters).

In tal senso, mi preme dare solidarietà a Francesco Napoletano per quanto successo sul suo blog dove, e mi trova completamente daccordo, si era limitato a consigliare tutti quanti gli early adopters ad usare correttamente gli strumenti di condivisione della conoscenza (forum, facebook, ecc. ecc.), in modo da non incappare in problemi in realtà già noti.

Nello specifico, tutti parlano molto bene del desire Z; tuttavia il grave problema sul quale tutti si sono focalizzati è rappresentato dal particolare meccanismo dello slide della tastiera qwerty. Al contrario di altri dispositivi (io conosco solo l’n97 per esperienza diretta), lo slide del desire Z è gestito tramite tre “molle”, tre “supporti” che nel punto di apertura formano, appunto, una Z. Una volta aperta la tastiera, il telefono di divide praticamente in due corpi “quasi” perfettamente allineati (un pò a forma di libro aperto).
I giudizi “tecnici” sono davvero una chicca da leggere. In generale, dopo dieci giorni di utilizzo posso dire che il meccanismo a Z è solidissimo, la tastiera è praticamente impossibile che non si chiuda – se non utilizzandola in posizione assurde (sdraiato sul letto e col cellulare parallelo al letto stesso).

Poi, chiaramente, può piacere o meno; personalmente, l’esperienza di utilizzo mi porta a dire che è fantastico nella sua genialità. L’apertura della tastiera è quasi mistica, morbida ed ergonomica allo stesso tempo, al contrario della scattosità di altri sistemi slide (n97 su tutti).

Il costo è un pò alto, però se si pensa di farne un uso business credo ne valga veramente la pena.
A seguire, altri post verranno pubblicati con brevi cenni sul desire Z

Related Posts:

Mondiali 2018: il merito è dell’italia

Ieri la Fifa ha annunciato che i Mondiali 2018 verranno disputati in Russia, mentre quelli del 2022 in Qatar (scelta piuttosto discutibile – ovviamente presa per motivi economici).

Oggi, il nostro premier afferma:

[cut]
Berlusconi ha anche fatto riferimento all’assegnazione dei Mondiali di calcio del 2018 alla Federazione Russa: sono un obiettivo raggiunto anche grazie «a una piccola parte» che «abbiamo giocato noi con il nostro voto e convincendo i nostri amici» ha detto il premier, scherzando poi sul calcio e sul Milan.

«Nel calcio il 50% è tecnica e qualità e il 50% arbitri e fortuna – ha spiegato il Cavaliere -, per questo – ha aggiunto – nessuno può dire quale può essere l’esito» di un eventuale incontro tra la nazionale italiana e la nazionale russa. Berlusconi ha precisato di poterlo dire con competenza essendo «il presidente della squadra più titolata del mondo».

Non sarebbe stato meglio cercare di portarli qui i mondiali 2018/2022 ?? E soprattutto, nel calcio, ed è storicamente vero, vince il più forte ed il più in forma. Affermare che il 50% del risultato di una partita dipenda da arbitri e fortuna è un atteggiamento tipico del più becero provincialismo italiano

Related Posts:

Perchè sposarsi in un paese cattolico e bigotto!

Perchè se il tuo compagno/a dovesse disgraziatamente morire in un incidente, saresti fuori dai risarcimenti dovuti.

E’ quello che è successo ad Alessandra B., esclusa dai risarcimenti statali per la disgrazia dell’esplosione del treno merci a Viareggio.

Tredici (13!!!) anni vissuti assieme da “compagna” non valgono per ottenere un risarcimento [dovuto].

(via Alessandro Gilioli)

Related Posts: