Mondiali 2018: il merito è dell’italia

Ieri la Fifa ha annunciato che i Mondiali 2018 verranno disputati in Russia, mentre quelli del 2022 in Qatar (scelta piuttosto discutibile – ovviamente presa per motivi economici).

Oggi, il nostro premier afferma:

[cut]
Berlusconi ha anche fatto riferimento all’assegnazione dei Mondiali di calcio del 2018 alla Federazione Russa: sono un obiettivo raggiunto anche grazie «a una piccola parte» che «abbiamo giocato noi con il nostro voto e convincendo i nostri amici» ha detto il premier, scherzando poi sul calcio e sul Milan.

«Nel calcio il 50% è tecnica e qualità e il 50% arbitri e fortuna – ha spiegato il Cavaliere -, per questo – ha aggiunto – nessuno può dire quale può essere l’esito» di un eventuale incontro tra la nazionale italiana e la nazionale russa. Berlusconi ha precisato di poterlo dire con competenza essendo «il presidente della squadra più titolata del mondo».

Non sarebbe stato meglio cercare di portarli qui i mondiali 2018/2022 ?? E soprattutto, nel calcio, ed è storicamente vero, vince il più forte ed il più in forma. Affermare che il 50% del risultato di una partita dipenda da arbitri e fortuna è un atteggiamento tipico del più becero provincialismo italiano

Related Posts: