22/06/1986 – 22/06/2011: Maradona 25 anni dopo

A me piace ricordare Diego Armando Maradona così:

« … la tocca per Diego, ecco, ce l’ha Maradona. Lo marcano in due. Calcia la palla Maradona, avanza sulla destra il genio del calcio mondiale. Può toccarla per Burruchaga.. sempre Maradona.. genio, genio, genio.. c’è, c’è, c’è… goooooooooool… voglio piangere.. Dio Santo, viva il calcio.. golaaaaaazooo.. Diegooooooool.. Maradona.. c’è da piangere, scusatemi.. Maradona in una corsa memorabile, la giocata migliore di tutti i tempi.. aquilone cosmico.. Da che pianeta sei venuto ?, per lasciare lungo il cammino così tanti inglesi ? Perché il paese sia un pugno chiuso che grida per l’Argentina.. Argentina 2, Inghilterra 0.. Diegol, Diegol, Diego Armando Maradona… Grazie, Dio, per il calcio, per Maradona, per queste lacrime, per questo Argentina 2, Inghilterra 0. »

Related Posts:

  • Il più grande calciatore di tutti i tempi!!!
    Assolutamente: ancora oggi inarrivabile.
    L’ho vissuto in diretta al San Paolo, quando scese a Napoli; l’ho vissuto tutti gli anni successivi essendo napoletano di adozione (casertano solo di nascita).
    Dovevate vederlo giocare dal vivo: lui la palla l’accarezzava, i suoi piedi sembravano sfiorarla senza mai perderla. Assurdo a descriverllo senza guardarlo. E bello!
    Poi, dopo di lui, nessun’altro giocatore ho più visto avvicinarsi al livello di Diego.
    Tranne tre soltanto.
    Il primo, per fortuna, italiano: tale Roberto Baggio (troppo presto dimenticato).
    Il secondo, eclettico e versatile in tutto, tale Zinedine Zidane.
    Il terzo, grande anche per la sfida contro tutti nei riguardi della sua statura: tale Lionel Messi.

    Sia Maradona, che Baggio e Zidane hanno avuto la caratteristica dei fuoriclasse e geni del calcio: la capacità di trascinare la squadra di club e la nazionale praticamente da soli verso la vittoria finale. Tutti gli giocatori giocavano intorno alle idee di questi geni.
    Aspetto ancora Messi: compiuto a metà (nel Barcellona), lo attendo ai prossimi mondiali trascinare l’Argentina.

    p.s. A Maradona hanno fatto perdere un mondiale, chiedete a Batistuta e Blatter

    2p.s. Qualche voce lontana mi parlava anche di Totti: il giorno che imparerà a parlare anche italiano, forse, potrà arrivare ai piedi di questi giocatori e all’unghia di Maradona.

    Luca Tescione