Telecom vs Fastweb

Il primo step verso Impresa Semplice è stato effettuato.

Ovviamente non è andato tutto liscio.
Nonostante io abbia segnalato almeno due volte al 187 che necessitavo di un model adsl, il tecnico si è presentato senza tale richiesta nell’ordine. Per questo motivo mi son dovuto attrezzare di conseguenza – poco male, un modem adsl può sempre tornare utile.

Questo ha però fatto sì che io non sapessi come configurare il modem, o meglio non conoscessi username e password per poter accedere alla rete, perchè non comunicatemi da nessuno.

Diciamo che in generale ho notato, anche con Telecom, una professionalità mediocre.
Tuttavia la connessione è più stabile e, almeno ad occhio, mi pare più veloce di Fastweb (anche se è pur sempre una adsl 7mbit) – chissà come mai eh 🙂

Related Posts:

Telecom Impresa Semplice, adsl fastweb e la burocrazia italiana

Uno degli aspetti che ancora mi manca di Bologna è sicuramente l’avere usufruito dei servizi su fibra ottica di fastweb.

Qualche mese fa, in corrispondenza del trasloco, ebbi la brillante idea di lasciare il monopolista per eccellenza e darmi alla concorrenza (e fa anche rima 😉 ).

Non l’avessi mai fatto: limiti ridicoli sul numero di pc (3) da poter collegare contemporaneamente, continue disconnessioni e, soprattutto la sera e nel weekend (quindi nei picchi di utilizzo nella zona in cui abito) la qualità della linea fastweb è pessima (zona Roma Tiburtina).

Decido quindi di far ritorno da chi possiede tutto, e quindi di chiedere il passaggio verso Telecom. Visto che ci sono, decido di passare ad ImpresaSemplice, in modo da poter scaricare il costo di Internet che, comunque, utilizzo per il mio lavoro di libero professionista.

Una volta completata la procedura sul sito internet, il sistema visualizza un errore nel quale, tra le altre opzioni, mi viene proposto di contattare telefonicamente il 191. A malincuore, sapendo a ciò a cui andavo incontro, “alzo” il telefono e contatto il 191 come da prassi.

E qui arriva l’assurdità.
Il call center mi comunica che usufruendo di un servizio adsl fastweb su linea residenziale, devo fare ciò che loro chiamano “surclassazione“, cioè prima devo fare richiesta di passaggio della mia linea da fastweb a telecom (187) e solo successivamente richiedere il passaggio verso la linea business (191 – ImpresaSemplice).

Qualcuno potrà mai spiegarmi questa assurdità burocratica?
Ne dubito fortemente.

A me consumatore, utilizzatore (per lavoro) di Internet, poco importa della tipologia della linea di cui usufruisco. Molto banalmente, richiedo un servizio e pago per quel servizio.

Non mi capacito di quale sia la motivazione per cui 187 o 191, che sono sicuramente espressione della stessa società madre, debbano incorrere in tutte queste lungaggini per accaparrarsi un nuovo cliente.

Ultima nota (più o meno positiva): Telecom è nettamente all’avanguardia rispetto agli altri operatori , almeno nell’utilizzo dei mezzi di comunicazione. E’ di poche settimane fa la nascita del blog di Eraclito (gestito da Mantellini); inoltre ImpresaSemplice possiede un proprio profilo su Facebook.

Devo dire che, al massimo dopo 10 minuti dall’aver scritto sulla loro bacheca, sono stato contattato privatamente da un certo Lorenzo che si prodigava per aiutarmi. Purtroppo senza venirne a capo, considerato che mi è stata confermata la stessa burocratica trafila spiegatami per telefono dal 191.

Related Posts:

L’elemosina di Telecom Italia

In seguito ai problemi sull’attivazione della linea telefonica e del servizio Alice ADSL Tutto incluso, ricevo la seguente lettera da Telecom Italia:

Asti, 27/09/2008
Oggetto: Linea Telefonica 06XXXXXXXX Conto Telecom Italia n. x/xx

Gentile Sig. Biacca,
a seguito della Sua segnalazione del 28.08.08 e come chiarito nel corso del colloquio telefonico del 12.09.08, Le confermiamo di aver effettuato le dovute verifiche dalle quali non sono emersi elementi che ci consentano di accogliere la Sua richiesta.

Tuttavia, in via di particolare correttezza commerciale e tenuto conto dei disagi da Lei lamentati, abbiamo provveduto ad accreditare su fattura di prossima emissione l’importo di euro 28,29+IVA.

Rinnovandole la nostra piena disponibilità per ogni sua futura esigenza, Le ricordiamo che il sito www.187.it ed il nostro servizio clienti 187 sono attivi 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana per informazioni e aggiornamenti su tutte le nuove proposte commerciali.

E si, succede anche questo: della serie “curnut e mazziatu”, mi hanno elemosinato ben 28,29 ¤ + IVA.

Related Posts:

Telecom Italia Alice ADSL: regalo nel weekend

Per festeggiare i due mesi dall’attivazione del servizio, Telecom sabato mi ha lasciato senza linea adsl.

Guasto alla linea” dicono .. tempistica per risolvere il problema? Sconosciuta … ottimo, farò l’ennesima telefonata al 187 per chiedere il risarcimento dei due giorni di sospensione del servizio per guasto tecnico.

A tal proposito, la settimana scorsa ho ricevuto una telefonata da parte del settore commerciale di Telecom Italia, in relazione ai miei reclami passati.
Scopro, con stupore, che per ogni loro telefonata con il cliente hanno a disposizione massimo 15 minuti e non un secondo di più – piuttosto anomalo. Comunque, a prescindere da questa nota di colore, mi viene comunicato che non avrei diritto al risarcimento (!!!) ma mi fanno la “carità” di inserirlo manualmente nel sistema (non hanno usato queste precise parole, ma il senso era inequivocabile).

Non sono riuscito a chiedere per quale motivo io debba pagare l’IVA su 86 euro di Alice Home TV che non ho chiesto e non ho nemmeno la possibilità di avere, considerato che la mia linea non la supporta. In compenso mi è stato spiegata bene, dopo aver chiuso il contratto, come funziona la promozione del canone-gratis sull’offerta ALICE ADSL TUTTO INCLUSO: il canone si paga fino a dicembre 2008, per poi essere rimborsato a gennaio 2009 (chissà per quale strano motivo). Vedremo.

Aggiormamento: devo dare atto a Telecom Italia di aver risolto il problema in una giornata lavorativa 🙂

Related Posts:

Telecom Italia Alice ADSL: l’odissea continua. Capitolo bolletta

Succede che torni dalle 2 sole settimane di ferie che ti sono concesse, il cervello è fresco riposato, sei pronto a tornare alla dura realtà. Apri la buca delle lettere e ti trovi questa bella missiva bianca, targata Telecom Italia con una stupenda scritta in rosso “contiene un conto Telecom”.

Benissimo. Apri e scopri che l’ammontare è pari a 235¤ (più spiccioli). Me ne fotto, son tornato ora dalle vacanze, la butto lì sulla scrivania poi se ne riparlerà.

Succede, poi, che torni stanchissimo a casa, ti butti sul divano cercando di riposare le tue stanche membra ma non ce la fai. Decidi dunque di chiamare il 187 per chiedere spiegazioni su alcune voci:

1. Anticipo conversazioni = 8¤
2. Canone Linea Telefonica e Alice ADSL a partire da giugno 2008 (peccato me l’abbiano attivato giorno 14 luglio);
3. Canone?? si canone.
4. Installazione Alice Home TV (??)

Beh che dire, scopri che devi versare questa geniale caparra alla Telecom di 8 ¤, di cui nessuno ovviamente ti aveva mai parlato e che forse un giorno ti rimborseranno, quando non sarai più loro cliente (spero molto presto).

Scopri anche che nonostante al telefono, quella stronza del call center mi avesse detto di sottoscrivere l’offerta Alice Tutto Incluso perchè non avrei pagato il canone, in realtà il canone lo paghi e solo DOPO, a partire dal 1° Gennaio 2009 Telecom Italia provvederà a rimborsarti (sarei curioso proprio di vedere sto film).

Infine, forse l’aspetto più esilarante, mi hanno addebbitato il costo del canone di Alice Home TV E della sua installazione. Ovviamente non ho quel servizio (la mia linea non lo supporta) nè tantomeno ho mai visto un tecnico installarmi il loro decoder e vederlo in azione ..

Truffe Truffe, Sole, Patacche .. Venghino Siori Venghino .. Telecom Italia svende!!

Related Posts:

Telecom ADSL: altro giro, altra telefonata, altro numero di telefono

Ottimo.

Vengo contattato .. bla bla bla … le dobbiamo cambiare il numero di telefono (e siamo a CINQUE – credo) … bla bla bla … è interesse della TELECOM prendere un altro cliente … bla bla bla … risolveremo il problema … bla bla bla … IO VI DENUNCIO … bla bla bla … ma lei come si collega? bla bla bla … DAL CELLULARE SANTO IDDIO … bla bla bla … altra tipologia di connessione … bla bla bla .. arrivederci

Related Posts:

Telecom: novità ??

Situazione piuttosto “ingarbugliata”, citando un tecnico Telecom della centrale di Pietralata.

Ieri si presenta il tecnico Telecom, ovviamente senza avvisare della cosa (mi ha trovato a casa per puro caso). Incidentalmente era il tecnico che venne la prima volta e che si inventò che la canaletta del doppino telefonico era ostruita.

Stacca la linea di un’altra utenza ed effettivamente conviene che Telecom può portare la linea a casa mia, basta capire a quale centrale associarmi (e attenzione: lo chiedono a me … ).

Va in centrale, affermando che entro pranzo avrei avuto sue notizie. Scomparso – non lo sento da ieri.

Nel frattempo scopro, chiamando il 187, che mi è stato cambiato il numero di telefono per la 4° volta e che, allo stato attuale, ho un numero di telefono abbinato alla centrale di Tiburtina, con servizio attivo; ho poi un altro numero di telefono, abbinato alla centrale di Pietralata, con servizio in attivazione – quanta grazia, troppo buona Telecom Italia.

Ogni qualvolta si chiama il 187, l’operatore di turno dice una cosa diversa – ma credo sia fisiologico.
Stamattina, ad esempio, li chiamo per capire quando sarebbe venuto il tecnico (visto che Telecom crede che la gente non lavori e stia ai loro servigi). Scopro che era stato modulato un appuntamento per giorno 14 luglio alle ore 8.30 (come sempre li fissano unilateralmente, senza avvisarmi). Non soddisfatto del tono dell’operatrice, chiudo la telefonata, e richiamo. Ripresento il problema e mi viene spiegato che fanno fede gli sms dei tecnici, per cui l’appuntamento per domattina è confermato – almeno per quanto riguarda il 187*.

Quindi: il 187 non può contattare i tecnici; il cliente non può contattare i tecnici; i tecnici possono contattare sia il 187 che il cliente.

Il cliente non ha potere se non quello di attendere che un tecnico si ricordi della cosa.

*: peccato che il tecnico mi abbia avvisato che domani ci sarà sciopero. Per cui io non “lavorerò”, loro non verranno ed io presenterò l’ennesimo reclamo (sto iniziando a perdere il conteggio – forse sarà il 4°).

Related Posts:

Tunnel ADSL: terzo reclamo

Ieri ho ricevuto un sms in cui Telecom Italia S.p.A. mi comunicava di un appuntamento con i tecnici per giorno 27 giugno.
Approfittando della situazione, ho chiamato il 187; scopro, quindi, che il tecnico non ha segnalato alcunchè, in merito ai problemi verificatisi ieri mattina.

Ho quindi deciso di sporgere il terzo, ennesimo reclamo.

ps: Nessuna novità riguardo le tempistiche di attivazione

Related Posts:

Tunnel ADSL: la linea 74 – le comiche Telecom – il consumatore non conta nulla

Le comiche proseguono.

Arriva il tecnico telecom, monta tutto … va in centrale … Torna dopo un’ora e afferma: la linea 74, quella del doppino di casa mia, non appartiene alla centrale Tiburtina, ma alla centrale di Pietralata. Per cui ora, devono riassegnarmi un nuovo numero di telefono, riprogrammare un nuovo intervento del tecnico e io intanto sto BUTTANDO SANGUE.

Ricapitolando:
1. Sottoscrivo un contratto a Fastweb (29 aprile);
2. Arriva il tecnico Telecom e si inventa che ho il canale del doppino ostruito (affermazione non vera);
3. Richiamo Fastweb che richiama Telecom;
4. Arriva il tecnico Telecom che afferma la mancanza di linee disponibili e che Telecom non ha interesse a passare una nuova linea;
5. Disdico il contratto a Fastweb;
6. Sottoscrivo un contratto a Telecom (Alice ADSL);
7. Dopo due appuntamenti saltati e conseguenti reclami, scopro tramite il 187 che l’operatrice ha sbagliato ad assegnarmi il numero di telefono, perchè la mia via non appartiene alla zona di Pietralata ma a quella di Tiburtina;
8. Mi assegnano un nuovo numero di telefono;
9. Oggi si presenta il tecnico che afferma che non appartengo alla centrale di Tiburtina ma a quella di Pietralata e la colpa è del 187;
10. Chiamo il 187 che afferma che la colpa è dei tecnici che non aggiornano correttamente la banca dati.

disarmante

Related Posts:

Tunnel ADSL: continuano le comiche

Altra telefonata al 187 (la terza da stamattina) – ovviamente ulteriori notizie che saltano fuori.

Il succo della sostanza è che in fase di attivazione del servizio, l’operatrice pugliese, che ha preso i miei dati, mi ha assegnato un numero di telefono relativo ad una centrale Telecom non della mia zona (per la precisione: mi ha assegnato alla centrale Telecom di Pietralata invece della centrale Telecom di Tiburtina). E’ banale et superfluo affermare che l’ho dovuto scoprire telefonando in prima persona al 187 …

Durante l’ultima telefonata ho anche scoperto che mi hanno assegnato un nuovo numero di telefono ed un nuovo appuntamento per il 27 giugno.

Stay tuned

Related Posts:

Tunnel ADSL: altro appuntamento mancato

Oramai è un’abitudine.

Dovevano arrivare oggi i tecnici Telecom per attivare la linea (tra le 8.30 e le 9.30) … il tempo passa, questi non arrivano. Mi preoccupo, chiamo il 187, 20minuti di attesa – pace …

Alla fine riesco a parlare con un’operatrice (inizio a odiare pure quelli del call center). Mi dice che Telecom non ha possibilità di contattare i tecnici, per cui non mi sa dire se vengono o non vengono. Motivo? Boh, non si sa. Mistero.

Ma è normale? E’ NORMALE?? Normale è che io stavolta li denuncio … potrò non avere internet a casa, ma a costo di morirci dietro, di finire sotto un ponte, li porto in tribunale. MALEDETTI

Related Posts:

Tunnel ADSL: novità per chi vuole cambiare operatore

Premessa: vale solo per chi è già utente ADSL e volesse cambiare operatore (non per chi si trova, come me, in attesa di attivazione della linea telefonica).

Fino a venerdì scorso, se un utente Tele2, ad esempio, voleva passare a Fastweb, doveva per forza di cose disdire il suo contratto a Tele2 e tornare a Telecom per, poi, sottoscrivere un nuovo contratto verso l’operatore preferito. Un giro tutto italiano.

Da venerdì, invece, sarà possibile il passaggio diretto senza passare al monopolista Telecom.

Un altro problema che si presentava era di restare senza linea in attesa della disdetta dal proprio operatore (ovviamente Repubblica parla di “settimane”, io parlo di “mesi”). Pare che adesso questo non dovrebbe più verificarsi.

(via repubblica.it)

Related Posts:

Tunnel ADSL: le comiche

Nuovo aggiornamento: avevo scritto la settimana scorsa circa l’attivazione del servizio ALICE fornito da TELECOM stessa.
Mi avevano contattato via sms tre giorni fa, confermandomi l’appuntamento per oggi tra le 10 e le 11.
Mi avevano ricontattato ieri mattina alle 9.30 confermando l’appuntamento per oggi.

Dopo due ore di attesa chiamo il 187 e scopro che la TELECOM ha deciso unilateralmente di spostare l’appuntamento al 20 giugno: nessun avviso in merito.

Ho sporto reclamo. Mi dicono che dovrei essere ricontattato entro 20giorni, dopo che TELECOM ha capito se effettivamente sia in torto o meno (e chi ci crede? sicuramente inventeranno qualche scusa). A quel punto potrò essere risarcito.

In tutto questo, mi ero preso la mattinata libera da tutti i miei impegni lavorativi. Ore di lavoro non pagate che nessuno mi risarcirà mai.

Sto valutando di sporgere denuncia.

Related Posts:

Tunnel ADSL: contratto ALICE

Dopo una telefonata lunga “solo” 50minuti ho sottoscritto un contratto con ALICE – dopo aver disdetto stamattina con Fastweb.

Tra canone, promozioni, attivazioni varie mi verrà a costare un VERO patrimonio. PERO’, e dico però, il tecnico verrà giovedì prossimo (“priorità massima alle nuove installazioni” mi è stato detto).

Vediamo come va a finire

Aggiornamento: dimenticavo un “piccolo” particolare … mi hanno già assegnato un numero di telefono!

Related Posts:

Tunnel ADSL: nuove idee

ok. Ho disdetto Fastweb.

Ho fatto presente di averlo fatto non tanto perchè non volessi sottoscrivere un contratto con questo operatore, bensì per volere di TELECOM.

Adesso la linea che seguirò è: sottoscrivo un contratto TELECOM dopodichè, una volta avuta questa linea, disdirò e passerò all’operatore che più mi aggrada.

Spero di riuscirci

Related Posts:

Tunnel ADSL:Telecom e Fastweb

La disperazione è divenuta ostinazione.

Forum Adusbef

ora come ora, la situazione è che io a ROMA, nel DUEMILA-OTTO, non posso avere il telefono a casa grazie a TELECOM ed alle logiche di liberalizzazione del mercato TLC in questo paese.

Related Posts:

Finito il tunnel dell’ADSL: grazie Telecom. Viva l’italietta

E’ finita. Non avrò internet a casa ed è ufficiale.

Motivo? Beh le linee che giungono nel palazzo dove abito risultano tutte occupate e, a detta del tecnico TELECOM, è controproducente per TELECOM ITALIA installare una nuova linea per attivare un contratto su Fastweb.

Non era stato liberalizzato il mercato delle ADSL.

Viva l’ITALIA

Related Posts:

Il tunnel dell’ADSL: alla ricerca del doppino perduto …

Alla fine ci sono entrato anche io: cambiare città comporta anche di questi pericoli.

Il 30 aprile ho fatto richiesta per avere Fastweb – ne ero drogato a Bologna e non potrei farne a meno nemmeno qui a Roma. Loro velocissimi, in 19 giorni lavorativi (contro i 20 che mi avevano prospettato) hanno attivato il contratto e chiamato la TELECOM per attivarmi la linea telefonica [vista l’assenza nell’appartamento dove risiedo ora].

Viene il tipo della telecom (21° giorno lavorativo), apre la scatola della presa al muro e … ZAC .. non si sa da dove parte il doppino. Chiamo il proprietario (che poi è un S.P.A – ma questa è una storia che affronterò un’altra volta) che ovviamente non ne sa nulla. Allora chiamo il tizio che fece i lavori in questa casa che, invece, sostiene sia stata la TELECOM ad aver messo il doppino. Ovviamente la TELECOM nega per cui ha segnalato a Fastweb di sospendere l’attivazione in attesa del cliente.

Per cui, ora, IO devo scoprire da dove parte questo doppino .. Poi dovrò chiamare Fastweb, che dovrà chiamare TELECOM, che dovrà chiamare me e tornare qui ad attivare la linea. A quel punto comunicherà a Fastweb che è tutto ok, Fastweb chiamerà me e verrà a portarmi il tanto agognato hag.

Ma io dico: ne uscirò mai?

Related Posts:

L’italietta di serie B

Nei giorni in cui per la prima volta nella storia della Repubblica viene messo a disposizione l’audio delle intercettazioni telefoniche Berlusconi-Saccà, in barba ad ogni più elementari norme di riservatezza e garanzia della privacy (volevo vedere se pubblicavano quelle di Mastella o Prodi o Fassino), il governo di questa povera e deleritta Italia, decide di cedere uno degli ultimi pezzi di storia industriale ai fratelli francesi.

L’asse Prodi-Francia-Spagna, anche alla luce dell’ultimo incontro a 3, è sempre stato abbastanza forte. Non ho ben capito per quale oscura ragione la scelta sia ricaduta su Air France piuttosto che su Airone – fatto sta che da oggi Malpensa e tutta la logistica del Nord Italia subirà una bella ridimensionata – così come, tutti coloro i quali dovranno effettuare viaggi internazionali o intercontinentali con la nostra ex-compagnia di bandiera, dovranno per forza di cose passare da Parigi (e vi auguro buona fortuna, visti i ritardi e la disorganizzazione del Charles De Gaulle).

Questo governo è assolutamente incapace di programmare il futuro di questo Paese: certo, adesso smetteremo di pagare a vuoto migliaia di persone per il loro non lavoro e altrettanto certamente, si chiude l’epoca delle industrie statali. Però, abbiamo prima regalato la Telecom agli spagnoli, adesso la nostra compagnia aerea ai francesi. Domani cosa regaleremo ai tedeschi?

Ci sarà pur una ragione se nel 2007 gli spagnoli ci hanno superato come ricchezza e siamo addirittura attaccati dalla deleritta Grecia … Ci stanno rovinando, come già ci avevano rovinato in passato i componenti del governo di destra. Mi chiedo se la gente abbia realmente capito che questa classe politica è incapace di governare: ciò che sanno fare meglio di ogni altra cosa è rubare (i nostri soldi) e parlare parlare parlare .. Chissà se mai ci sveglieremo …

Related Posts: