La parola del Re in una società guerrafondaia

La notizia della settimana è sicuramente l’omicidio di Osama bin Laden da parte dei Navy Seals americani. Le pagine dei nostri giornali sono pieni di interrogativi sulla veridicità o meno di questo avvenimento – e solo alcuni, più illuminati, cercando di andare oltre (vedi l’articolo “Il diritto di sapere” di Vittorio Zucconi su Repubblica). Di […]

La diplomazia italiana

Ieri torno a casa ed inizio a guardare SkyTG24. C’era Berlusconi, assieme a Frattini, che vantava la diplomazia italiana. Parlava di quando riuscì ad evitare una guerra tra Russia e Georgia (credo si riferisse a questa notizia). Parlava di quando, rivolgendosi ai capi di stato di USA e Russia, disse loro di non presentarsi all’Aquila, […]

I leccaculo di Gheddafi

Vivo a Roma e sto subendo il delirio della visita di Gheddafi. E’ vergognoso: elicotteri ovunque, traffico in tilt, Villa Pamphili praticamente chiusa perchè il signorotto libico deve dormire in tenda. Accolto con tutti gli onori, gli hanno conferito una laurea in giurisprudenza per non si capisce bene quale motivo, si è pure permesso il […]

Israele vs Palestina: chi senza colpe, scagli il primo missile!

Fino ad oggi ero stato – a questo punto erroneamente – convinto del fatto che la nuova recrudescenza nella guerra in Medio Oriente, fosse da imputare alla Palestina. Pare, tuttavia, che i giornalisti abbiano dato di nuovo prova di sè e, distratti dalle elezioni di Obama, abbiano “tralasciato” un piccolo particolare. Particolare che potete ritrovare […]

‘ndrangheta: riconoscimento internazionale

La ‘ndrangheta è stata ufficialmente inserita dalla Casa Bianca tra le più pericolose organizzazioni criminali dedite al narcotraffico. I giornali italiani tacciono – come sempre! (via strill.it) Related Posts:Evade il boss di San Luca Antonio PelleFortapascVieni via con me sulla ndranghetaPeppe Valarioti 30 anni dopoUomo di pace

L’omicidio di Benazir Bhutto

La prima cosa che ho pensato quando ho sentito la notizia è stata: “finalmente ci sono riusciti” … già, perchè a prescindere dalla storia personale della donna uccisa, gli altri ci provavano da anni a farla fuori – giusto per togliersi di mezzo un persionaggio scomodo. Poi ci sarebbe da chiedersi: chi ha messo Musharraf […]