Bentornato a Roma

Appena metto piede sul GRA, una lunghissima fila di auto sulla corsia di sorpasso – corsia a destra completamente sguarnita, a parte un camion.

Uscita v.le togliatti – roma est: procedo a circa 60km/h sulla corsia di destra, in un secondo vedo spuntare una smart grigia che mi taglia la strada per poter uscire sulla togliatti (non ho fatto a tempo a prendere il numero di targa).

Lascio la macchina parcheggiata davanti casa, leggermente fuori posto – un auto sarebbe passata agevolmente – giusto il tempo di posare borsone e borsa del pc e riuscire. Passati questi 10 secondi, esco e noto il camion dell’AMA fermo; chiedo alla signora seduta lato passeggero “non passa?” e lei: “se m’a sposti” (con aria incazzata) ed io “se hai pazienza un attimo”.

A reggio ho lasciato l’incredibile sensazione di avere il tempo di poter fare qualsiasi cosa volessi, oltre che la sensazioni che le giornate fossero lunghissime (mentre qui non mi pare mai di avere tempo a sufficienza).

Della serie, bentornato a Roma.

Related Posts: